27 Novembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

ALMENO UN GRAZIE L´ABBIAMO RICEVUTO!!

27-12-2011 12:19 - News Generiche
Già da qualche settimana avevamo deciso che per Santo Stefano saremmo andati a Genova. Tra defezioni dell´ultimo minuto causate dalle festività natalizie e poca voglia di partecipare, visti i risultati ottenuti sino ad ora, alle ore 14,30 dal PalaParenti partiamo in quattro. Siamo carichi e consapevoli che un buon risultato potrebbe uscire viste le ultime buone prestazioni.
Dopo circa due ore arriviamo al PalaFigoi di Genova.
Mettiamo in balconata lo striscione della Fossa da trasferta, lo stendardo degli Ultras Liberi, montiamo il bandierone e issiamo il due aste riportante il simbolo di Santa Croce.
Ci siamo promessi di tifare e così avviene con tanto di megafono e di tamburo. Inizia la partita e, come avviene sempre da un pò di tempo a questa parte, partiamo avanti e ci restiamo quasi fino al time-out del 16. Puntualmente dobbiamo registrare diverse cose: Leano è marcatissimo ma il Razzo e Willy fanno la voce grossa.
La ricezione viene bene anche se al centro non riusciamo ad ingranare venendo spesso toccati dal muro avversario.
Il nostro muro non riesce ad essere incisivo e di conseguenza difendiamo poco grazie alla buona prestazione del 41enne Marco Nuti che gioca sempre da gran signore.
Nonostante la buona prestazione, sono gli errori in attacco che ci penalizzano dilapidando diverse palle per poter allungare con decisione ed una volta sotto non ce la facciamo a riprendere gli avversari che a quel punto giocano sul velluto e vanno via lisci come l´olio. Nel secondo set vista la buona lena dei nostri posti-4 rivediamo con continuità la nostra pipe che permette di conseguenza anche ai centrali di venire marcati meno e mettere a terra palloni pesanti insieme ad un buon Tosi.
Garnica non risulta essere molto preciso ma compensa spesso con dei buoni turni di battuta che mettono in difficoltà la ricezione ligure. Noi nel frattempo ci sgoliamo cercando di infondere la nostra fede a coloro che sono protagonisti dell´evento. Reagiamo riuscendo ad essere lucidi, la nostra battuta migliora e Genova arranca in costruzione risultando più prevedibile e di conseguenza tutto risulta più facile e riusciamo a vincere il secondo set nonostante non si smetta di soffrire sino al punto del 25-22.
Il terzo set iniziamo alla grande mettendo sotto i liguri e ci portiamo subito avanti raggiungendo un vantaggio di 8-11; li si spegne la luce, infiliamo 6-8 errori consecutivi (non ricordo bene) in battuta perdendo lucidità in tutti i fondamentali e veniamo fuori da questo breve periodo sotto per 13-11. Da li in poi Genova riprende fiducia e noi ritorniamo gli "sbaglioni" del primo parziale.
La sensazione è di non riuscire a giocare tutti assieme, ognuno ci mette del suo, errori di costruzione, errori in attacco, approssimazione in ogni fondamentale, a mio avviso manca qualcuno che si carichi la squadra sulle spalle quando le cose non vanno, colui che toglie le castagne dal fuoco quando siamo in apnea.
Forse dovremmo provare tutti assieme ma risultiamo spesso slegati con atleti che vagano per il campo senza pensare alle cose da fare in tutti i fondamentali. E così un errore lo facciamo in difesa, un altro in attacco per non parlare della battuta.
Garnica, appena la palla si sposta da rete, perde precisione e non riesce a costruire palle attaccabili.
Arriviamo al quarto set senza voce e ci prendiamo un po´ di pausa, siamo sfiduciati, vediamo il tie-break come un miraggio.
Genova sembra scappare ma i "Lupi" tornano concentrati.
Noi cantiamo "mirati", pochi canti ma buoni, incitiamo la squadra, che sembra sentire il nostro attaccamento e vediamo nei ragazzi la voglia di non mollare.
Cetrullo viene beccato dal pubblico avversario con incitamenti nei confronti di... Paoletti; e Leano (nella foto in attacco) sembra soffrire questa sfida col pubblico.
Leano è giovane e sanguigno per cui sentire inneggiare a Paoletti lo rende nervoso, si becca pure con qualcuno in tribuna facendo il gioco degli avversari ma, un grande Razzo ed un grande Willy, mettono a terra palloni pesanti e per Genova non ce n´è.
I "Lupi", ad ogni punto, si voltano verso il nostro settore in senso di appartenenza e sembra che giochino oltre che per loro stessi anche per noi. La cosa ci inorgoglisce, la panchina (Masini, Lizala, Bertoli e Bonami) tifano con noi venendo dietro ai nostri canti con le mani. Nel frattempo le batterie del megafono oltre alla voce finiscono. Il Balda e Parusso (Candellaro è a bordo campo per un risentimento muscolare) si fanno vedere e scombussolano i piani del muro ligure ed i "Lupi" impattano portando la partita al quinto set. Il tei-break vede Genova con Yordanov in battuta che scava subito un solco di 4 punti che risulterà fatale a fine gara (15-11).
La quinta frazione scivola senza sussulti sino alla fine con Genova che vince e coi "Lupi" che tornano a casa con un punticino che fa morale. A fine gara se dobbiamo vedere il bicchiere, lo vediamo mezzo pieno, perchè almeno grazie, gli atleti ce l´hanno detto di persona!!!
E così, cari ragazzi, se nella vostra mente pensate che qualcuno sia latitante, giocate almeno per noi. Forza Ragazzi!!!! (F.d.L 1977)

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account