20 Maggio 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

BOLCHI, GLI 80 ANNI DI "MACISTE", PRIMA FIGURINA PANINI DELLA STORIA (di Leo Turrini)

26-02-2020 06:20 - News Generiche
C'è modo e modo di passare alla Storia.
Quello toccato in sorte a Bruno Bolchi (nella foto), ottantenne, milanese d'origini, campione d'Italia e d'Europa con l'Inter del Mago Herrera, poi bravo allenatore in tante realtà di provincia, ecco il suo modo di passare alla Storia vince il record delle originalità.
Perché Brunone, detto Maciste, in omaggio alla robusta stazza nonché al cinema “in peplum” dell'epoca, spetta un primato che non potrà mai essere battuto.
Infatti è di Bolchi la figurina che tenne a battesimo l'avventura degli album Panini.
Le mitiche collezioni dei calciatori, diventarono imprescindibilmente punto di riferimento per intere generazioni di minorenni, sono nate con lui.
Con Maciste, il centrocampista nerazzurro che si spolmonava per Suarez e Corso.
La foto. Correva l'anno 1961. Tempi di sogni e speranze per un'Italia che voleva dimenticare la miseria.
E in quella Italia lì, tre fratelli di Modena, partendo da una edicola, azzeccano l'idea che ne farà uno dei simboli del Boom economico.
Giuseppe, Benito, e Franco (il quarto moschettiere, Umberto, li raggiungerà più tardi dal Venezuela, dove era andato a cercare fortuna) pensano ai campioni del pallone come eroi perfetti per una collezione, una raccolta, un album.
Non erano ancora di moda i “diritti di immagine” e insomma i Panini si ingegnano, si organizzano, progettano e preparano.
Il 27 agosto 1961 comincia il campionato di serie A. A San Siro è in programma la partita fra l'Inter e l'Atalanta.
Timidamente un fotografo si avvicina a Bolchi e fa: scusi, posso farle uno scatto? Sa, è per un esperimento...
Il paparazzo lavorava per i Panini. Tornò in fretta con il negativo e del resto non c'era tempo da perdere: allora le foto erano rigorosamente in bianco e nero, ma per trasformare Maciste in figurina occorreva una magia...
Trattando l'istantanea di Bolchi come una preziosa reliquia, i tre Panini vagarono per l'Emilia alla ricerca di uno specialista.
Infine lo trovarono a Parma: un esperto in litografie “spalmò” il colore sull'immagine di Brunone.
E allora fu chiaro che da quella figurina ne sarebbero derivate tante, tante altre. Milioni, all'inizio. Miliardi e miliardi, oggi.
Il primo album Calciatori dei fratelli Panini uscì sotto Natale del 1961.
In copertina recava l'immagine stilizzata del grande Nils Liedholm, che aveva da poco abbandonato l'attività. Ma a mettere in movimento l'avventura, innescando un business che scoppia di salute anche nel nuovo millennio (recentemente la Panini è stata valuta oltre il miliardo di euro...) fu quella foto, fu quella figurina. In una parola, fu Maciste Bolchi.
Post scriptum. Nel 1986, in occasione del venticinquesimo compleanno della collezione Calciatori, intervistai Brunone. Mi disse con semplicità: “Per me è un onore essere per sempre la figurina numero uno”. Auguri, caro Maciste.

Fonte: Leo Turrini (Quotidiano Sportivo – Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione)

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account