03 Dicembre 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

CIPOLLI, CHE RIVINCITA: "SUPERIORI AL GROSSETO"

15-05-2018 06:50 - News Generiche
Ha aspettato prima di riportare i suoi ragazzi nello spogliatoio.
Andrea Cipolli ha fatto sfilare dal campo i giocatori del Grosseto, ha disposto, dopo aver festeggiato con i propri tifosi la vittoria, i suoi alla bandierina del calcio d´angolo facendoli sdraiare sul terreno di gioco per evitare qualsiasi contatto con gli avversari.
Un modo per evitare magari sanzioni disciplinari, memore di quello che è accaduto al fischio finale con l´espulsione di Lorenzo Morelli.
Poi stremato dalla tensione ma felicissimo si è concesso ai media: "Abbiamo giocato un´ottima partita, fin dall´inizio e fino alla fine siamo stati superiori, abbiamo meritato. Il merito va ai ragazzi per come hanno condotto l´intera gara. Abbiamo cambiato sistema di gioco, giocando a quattro in mezzo al campo, per far sì che li prendessimo alti già ad inizio azione. Loro prediligono far nascere l´azione da dietro attraverso o i difensori centrali o i terzini. Gli abbiamo impedito di muovere palla in maniera tranquilla, obbligandoli ai lanci lunghi: è chiaro che qualche rischio dovevamo prendercelo".
- E poi è arrivata la specialità della casa di Bencini.
"Quel gol ci serviva per portare la gara dalla nostra parte. Marco Bencini non sempre ha avuto la mia fiducia totale, fino ad ora aveva segnato un solo gol (il 24 settembre con l´Atletico Cenaia a Santa Croce, ndr) e tutti conosciamo le sue indubbie qualità. La gara poteva essere ancora in discussione, il Grosseto è una squadra fisica che ha dei valori. Abbiamo rischiato una sola volta in tutta la gara con il quasi autogol di Rossi, poi poco altro. Siamo sempre stati, sempre bravi a rimanere compatti e ordinati. Ora andiamo in Sardegna dove troveremo una altra squadra come il Grosseto dal passato importante e blasonato come la Torres".
Teso per la gara, ma felicissimo il direttore sportivo Sandro Marcheschi: "Abbiamo disputato una grande partita. Quando il campo te lo permette riusciamo a proporre anche il nostro calcio non siamo secondi a nessuno".
- Da un punto di vista psicologico dovevate avere il morale a terra dopo la sconfitta di Castelfiorentino ai rigori?
"L´ambiente che ha creato il Grosseto ci ha ricaricati. Le loro dichiarazioni, il loro trattamento, così come gli sfottò che ci sono arrivati da società vicine nel senso geografico a noi. E non mi riferisco al San Miniato. Abbiamo trasformato la rabbia in stimoli. Dopo la gara di Castelfiorentino avevamo il morale a terra eravamo in piena riserva".
- Ora dovete concedere l´onore delle armi al Grosseto?
"Perché queste cose vengano riconosciute prima di tutto bisogna averne. Penso che in fondo a questa annata i meriti vadano riconosciuti al San Gimignano e alla Cuoiopelli".
- E ora lo sbarco in Sardegna, cosa conoscete della Torres?
"Poco o niente, in settimana cercheremo di documentarci. Fino ad ora eravamo concentrati solo su questa sfida, da domani programmeremo il tutto compreso il trasferimento che penso avvenga in nave".
A far calare definitivamente i titoli di coda ha pensato Rossi, l´uomo che aveva regalato la finalissima playoff realizzando il gol partita con la Larcianese a 8´ dal termine, al "Gino Manni" ha segnato il suo settimo stagionale, quello che ha chiuso le valige e che farà attraversare il mare alla Cuoiopelli.

Fonte: Andrea Signorini - Il Cuoio in Diretta

Nella foto: Andrea Cipolli, il terzo da sinistra, esulta negli spogliatoi con i suoi ragazzi dopo la vittoria sul Grosseto.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account