25 Maggio 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

DE PANDIS : I "LUPI" FRA I RICORDI PIU´ BELLI (di Tommy Casani)

01-12-2009 - News Generiche
Daniele De Pandis (nella foto di Marco Bonucci) a quanto pare, ha lasciato il cuore a Santa Croce e per questo, più di una volta, mi ha chiesto di voler salutare il popolo biancorosso con un´intervista!
Finalmente, ce l´ho fatta a trovare un po´ di tempo libero per farla.

-Allora Grande Daniele come stai? Come ti trovi a Forlì?
"Sto bene, grazie. La vita qui è carina, mi sono molto "affezionato" alle piadine; dal punto di vista sportivo, personalmente sto andando bene e mi fa molto piacere, visto il mio pessimismo ad inizio stagione, spero tanto di ottenere la salvezza".

-Parliamo del tuo recente passato: i "LUPI", un aggettivo per descrivere la tua stagione con noi.
"Indimenticabile, è stato uno dei miei pochi anni di carriera belli insieme al periodo trascorso a Squinzano.
Santa Croce è stata una tappa fondamentale non solo della mia carriera, ma anche della mia vita e, grazie anche al vostro sostegno, sia dentro che fuori al campo, mi sono sentito davvero a casa".

-E´ stato un campionato molto combattuto, quello dell´anno scorso, con partite molto particolari. Quali sono la partite che ti hanno "segnato" sia nel bene che nel male?
"La partita più brutta è stata gara-3 con Roma nei play-off, penso che nessuno di noi si aspettasse di uscire, invece quella partita fu la fine di un sogno, un sogno che avevamo già accarezzato a Bologna e soprattutto in casa con Città di Castello.
Non mi dimenticherò mai quel momento, in cui tutti (giocatori, dirigenti e tifosi) eravamo vicini agli "scouts" pronti per festeggiare e poi...lasciamo perdere".


-No Daniele, è un´intervista che va sul nostro sito della "Fossa", sei libero di dire ciò che vuoi...
"E va bene lo dico, è stata una grossa "inculata", mamma mia...
Ah giusto, le partite più belle, di belle ce ne sono state tante, ma quella col Latina fu qualcosa di eccezionale; il palazzetto pieno, grande partita e quella bellissima coreografia in Curva con la luna... me la ricordo, che pensi!
Oltre a questa, anche Bologna fu veramente esaltante, con voi che avevate occupato metà palazzetto. Peccato per il finale, ma meritavamo noi".


Veniamo a noi Ultras, un tuo giudizio su di noi e dimmi cosa ti abbiamo lasciato.
"Il mio giudizio su di voi e lo sapete è sempre stato positivo non solo per il gran tifo che fate ma anche per ciò che mi avete trasmesso a livello personale.
Approfitto per salutare tutta la "Fossa dei Lupi" in particolare: Fajo, Busso e Federico Lami. Insomma, mi siete rimasti nel cuore.
E poi ho anche vinto il premio di "lupo" e ne sono tuttora davvero onorato".

-Che belle parole, sei un Grande! Cosa ne pensi della nostra squadra attuale?
"Secondo me si è indebolita, rispetto al passato; però è sbagliato fare paragoni con la squadra dell´anno scorso.
Nonostante ciò è una buona squadra, equilibrata e ben costruita, che può tranquillamente arrivare ai play-off e fare bella figura."

-Ultima domanda, i tuoi obiettivi futuri?
"Mia nonna mi disse che non se ne sarebbe andata fino a che non mi avrebbe visto giocare in nazionale.
Oltre alla nazionale il mio obiettivo è di giocare bene e migliorare di anno in anno ed arrivare in una squadra con grandi ambizioni.
Comunque, sarebbe anche molto bello per me giocare con i "Lupi" in A1!".

-Grazie Daniele speriamo di vederci presto, vuoi dire un ultima cosa?
"Vi faccio un grosso in bocca al lupo per la partita con Città di Castello e poi devo ammettere una cosa: mi manca tanto venire ad esultare sotto la Curva! Un abbraccio forte a tutti voi".

CIAO DANIELE, PER SEMPRE UN "LUPO".


Fonte: Tommy Casani

Realizzazione siti web www.sitoper.it