10 Agosto 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

DIKTAT CARAMELLI: "ESSERE PIU´ CINICI"

04-11-2015 06:49 - News Generiche
Eccellenza - L´allenatore non fa drammi per il pareggio: «Mentre Uliveto...»
Carlo Caramelli, (nella foto) allenatore della Cuoiopelli, è uomo di calcio da sempre, navigato ed esperto, sa benissimo che ci sono partite i cui risultati sono difficili da buttar giù.
Il paradosso è che lui non ha ancora digerito quella di due domeniche fa a Uliveto, il paese della famosa acqua che aiuta proprio la digestione. Ma, evidentemente,non i bocconi amari...
E per il Carlo da Santa Croce il due a due contro l´Urbino Taccola (con la Cuoiopelli in vantaggio di due gol e in superiorità numerica) è stato un boccone amarissimo.
«No, non l´ho ancora digerita - sono parole del tecnico biancorosso - Sono ancora tormentato dal due a due di Uliveto, mentre penso sia giusto lo zero a zero dell´altro ieri in casa contro il Marina La Portuale, una squadra costruita per stare in alto in classifica e non nelle parti basse, con un attacco davvero forte.
Il primo tempo della mia squadra non mi è piaciuto tanto che pensavo
di poter perdere. Nel secondo,invece, i ragazzi sono tornati in
campo con un altro spirito e hanno giocato molto meglio, rischiando
quasi niente, pur giocando contro vento.
Solo nel finale il Marina La Portuale ha avuto un´occasione
importante per far gol benneutralizzata da Battini.
Potevamo avere due punti in più, sicuramente, ma per come è andata la partita lo zero a zero è il risultato più giusto».
La Cuoiopelli è sempre lì, a due passi dalla vetta (15 punti in otto partite), nonostante un andamento casalingo non troppo
entusiasmante (1 vittoria, 2 pareggi e 1 sconfitta) e alcuni giocatori ancora da recuperare in pieno: su tutti Nardi, il bomber che è stato assente per sette mesi per colpa dell´infortunio a un ginocchio, ma anche Pieroni e ora Mainardi squalificato per tre giornate per la litigata a fine partita con un giocatore dell´Urbino Taccola. Guarda caso proprio tutto l´attacco.
«In linea di massima - sono ancora parole di Carlo Caramelli -
la squadra non è mancata alle attese. Forse è mancato un po´ di
sprint in attacco anche se i gol li abbiamo fatti.
Quando parlo di sprint intendo quei gol che risolvono partite più ingarbugliate, più equilibrate. Noi, invece, per segnarne uno bisogna creare almeno quattro-cinque occasioni. Stiamo lavorando su questo aspetto in particolare».

Fonte: gabriele nuti - La Nazione

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account