23 Aprile 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

LA CUOIO SI ARRENDE AI RIGORI AL SANGIMIGNANO

29-04-2018 18:59 - News Generiche
Rigori amari per la Cuoiopelli nello spareggio di Castelfiorentino col Sangimignano, valido per la promozione in D.
Sono stati i neroverdi di Ercolino a staccare il biglietto per la categoria superiore, mentre i biancorossi sono mancati prorpio dagli undici metri.
Hanno sbagliato in quattro, fra i ragazzi di Andrea Cipolli per gli errori di: Mancini, Andreotti, Caciagli e Morelli.
L´unico a realizzare è stato Bencini, con un tiro degno di tale definizione, mentre almeno tre conclusioni su quattro da parte dei suoi compagni di squadra, hanno lasciato a desiderare.
Il portiere neroverde Chiarugi ha parato per tre volte ed ha visto sfilare alla sua destra, la prima conclusione di Mancini.
Ma sul dischetto i conciari sono andati senza la dovuta mentalità vincente, con un certo timore e scarso piglio.
Il primo, il secondo, il quarto ed il quinto rigore sono stati sbagliati. Bencini ha invece fatto bene al terzo tentativo.
A quel punto, prima del tiro di Bencini, il risultato era sempre fermo sullo 0-0 perchè Sallazzi, che aveva rilevato Morini al 119´, proprio in previsione dei rigori, si era opposto con bravura al Sangimignano, per due volte, tenenedo in corsa la Cuoio.
Bencini ha realizzato il gol dell´1-0 ma poi, Caciagli e Morelli hanno sbagliato.
Non hanno invece fallito la prova i due neroverdi, Rustioni e Camilli, incaricati di calciare il terzo e quarto rigore, andati inesorabilmente nel sacco, rendendo così inutile il quinto tiro per la squadra di Ercolino.
Risultato finale: Sangimignano-Cuoiopeli: 2-1 e festa neroverde al termine.
La partita è stata lunga, dura e combattuta con grande tenacia dalle due squadra ma, alla fine, dobbiamo riconoscere che la formazione della provincia di Siena ha meritato il successo, anche per quanto prodotto nell´arco dei 120´ di gioco.
La Cuoiopelli è uscita a testa alta, con la maglia intrisa di sudore, fra gli applausi dei suoi tanti sostenitori, ma purtroppo, stavolta non ce l´ha fatta.
La lotteria dei calci di rigore si è rivelata amara per Cipolli, bravo a segliere il più fisico Sallazzi - che lo ha ripagato - per il pur bravo Morini, determinante in più di un´occasione nel corso della gara.
La Santa Croce calcistica ha perso, a Castelfiorentino, il secondo treno per la D.
Il primo, secondo la grande maggioranza dei tifosi, non è stato preso in tempo a Grosseto, alla penultima giornata, quando i conciari si erano trovati con un uomo in più dopo 12´ gettando al vento almeno quattro palle gol clamorose, di cui ben tre nel finale.
Ora la stagione procederà con i play-off ed il cammino, oltre che lungo, dà tutta l´impressione di essere anche alquanto duro.

Lemar per Sito F.d.L. 1977

Nella foto: il tifo biancorosso in azione all´entrata delle squadre in campo.

Realizzazione siti web www.sitoper.it