15 Luglio 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

MONTENEGRO: FALASCHI, L´EUROPEO IN TV, IL VOLLEY A BUDVA

15-09-2013 19:37 - News Generiche
MONTENEGRO - Vivrà gli Europei di Danimarca e Polonia da semplice spettatore e tifoso azzurro.
Dopo un´estate in cui ha preso parte sia ai Giochi del Mediterraneo a Mersin (da titolare) che alla Final Six di World Leagua a Mar del Plata (da secondo di Travica), Marco Falaschi (nella foto) non è stato inserito dal commissario tecnico della nazionale Mauro Berruto nella lista dei papabili per la rassegna continentale.
"Il cittì - afferma il regista toscano - mi ha detto che nella lista della World League c´erano quattro registi.
Travica, poi io, Baranowicz e Saitta. Di Baranowicz aveva le valutazioni della fase intercontinentale di World League, su di me c´erano i resoconti di Giani a Mersin (in Turchia l´ex universale era il capo allenatore azzurro, n.d.r) e la visione diretta alle Final Six di World League. Mancava quella di Saitta e, per questo, vuole visionarlo nell´ambito degli Europei"
.
Ora così sarà chiamato a concentrarsi sul suo nuovo club, il sestetto montenegrino del Budva. "Quest´esperienza per certi versi mi spaventa. Io sono una persona molto precisa e ora mi ritrovo a partire per questa nuova avventura con qualche incertezza sotto l´aspetto tecnico(ancora non si conosce l´allenatore, n.d.r), organizzativo e logistico. Tuttavia, ci sarà la grande possibilità di avere una visibilità a livello europeo perché la squadra parteciperà alla prossima Champions League, un´esperienza che non ho mai fatto prima. Dovrò essere bravo a far vedere che cosa sono capace di fare e che ho tutte le potenzialità per dire la mia in campo internazionale. Spero per questo di ambientarmi subito e di far bene nella fase a gironi della Champions".
Una scelta, quella di giocare in un club straniero, figlia di una serie di coincidenze. "A far leva su ogni altra ragione è stata la necessità. Rischiavo di rimanere fermo, altrimenti avrei dovuto aspettare che qualcosa cambiasse negli assetti delle altre formazioni. Una volta che a Castellana Grotte avevano ufficializzato Coscione, situazione che conoscevo e motivo per cui mi stavo guardando intorno, è successo di tutto.
C´è stata la vicenda della fusione di San Giustino, che mi avrebbe dovuto portare a Città di Castello, poi la possibilità che Taranto prendesse un titolo con Vincenzo Di Pinto allenatore, e quella sarebbe stata una meta per cui sarei andato anche a piedi, poi è emerso anche il nodo sul mio prestito (Castellana Grotte detiene i diritti sul giocatore, n.d.r). In altri termini, in Italia c´erano ben poche soluzioni e necessariamente dovevo proiettarmi sull´estero, anche se la situazione del mercato, sia da noi che fuori dai confini, era già abbastanza delineata"
.
Creando così una sorta di paradosso interiore. "Sicuramente - chiosa Falaschi - ho passato un´estate travagliata, ma cercherò di trarne beneficio. Quel che è certo e singolare e che in quella che è stata la mia miglior stagione agonistica, ho vissuto le più strane vicende di volley mercato".

Fonte: Antonietta Paradiso - Volleyball

Realizzazione siti web www.sitoper.it