05 Ottobre 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

QUANDO LA CURVA NON FA QUADRATO NEL "QUADRATO"

05-03-2018 06:29 - News Generiche
In 700 al PalaParenti per la partita col Brescia, seconda maggior affluenza stagionale dopo il derby con Siena, bel colpo d´occhio non c´è che dire.
I "Lupi" hanno perso per 3-0 in casa: non era mai accaduto quest´anno, nè fra le mura amiche, nè tantomeno in trasferta, che la Kemas Lamipel cedesse con questo pesante punteggio.
I bresciani hanno replicato il punteggio della partita d´andata ed il primo ed il terzo set sono terminati con punteggi netti (25-18 tutti e due), mentre il secondo è stato più combattuto.
Non vogliamo entrare negli aspetti tecnici, nè in quelli tattici, nè parlare di palleggiatori, schiacciatori, allenatori e via di seguito.
Qui siamo sul sito della "Fossa", per cui si parla di tifo, di sostenitori, della Curva (nella foto di Veronica Gentile) in generale e basta.
In Curva la gente, ieri sera c´era, eccome se c´era, anche se la parte centrale del "quadrato" è rimasta ancora mestamente vuota e lì, proprio dove dovrebbe essere raggruppata la gente migliore (per qualità di tifo), i seggiolini non sono stati occupati.
La Curva si è allungata, come accade alle squadre di calcio, nella ripresa, quando le cose vanno male, per cui fra i tifosi è mancato il collegamento e, a fine partita, gli scontenti ed i mugugnanti erano in larga maggioranza.
Il problema è vecchio, anzi stravecchio e dura da dieci anni.
Ne abbiamo parlato un´infinità di volte: andrebbe privilegiato il quadrato centrale, anzichè sedersi nella parte laterale.
Andrebbe fatto gruppo lì in mezzo, tirando gente nel gruppo, anzichè stare sparsi, allungando la Curva.
Il nostro è solo l´ennesimo consiglio ripetuto per l´ennesima volta; poi ognuno è libero di piazzarsi dove vuole, ma ne perde la qualità e la consistenza del sostegno alla squadra.
Questo l´hanno capito anche i muri del PalaParenti!
Nel primo set la Curva è "andicchiata", con un incitamento soporifero, adagiandosi all´andamento cadenzato, proposto in campo dai biancorossi.
Le cose, nel settore caldo, sono migliorate nella seconda frazione, con la squadra in difficoltà (10-14), supportata da cori di grande effetto, qualitatitvi, per un tifo generoso e costante fino al termine del parziale, chiuso da Cisolla con una "pipe", per il raddoppio dei bresciani: 23-25.
Lì la Curva si è zittita colpevolmente, senza più farsi sentire, forse in polemica fra chi stava al centro e chi nella parte finale, lato tribuna bassa. In Curva si è rotto qualcosa.
Ne è derivato che la squadra, nel terzo set, è rimasta sola e questa, già in serata di scarsa ispirazione, ha ceduto agli avversari, con lo stesso punteggio del primo set: 18-25.
A fine gara, fra i sostenitori, si è acceso un bel "dibattito", in cui ognuno ha detto la sua , arrivando infine alla conclusione finale che, sabato prossimo a Spoleto, dovranno cambiare le cose e cambieranno sicuramente, perchè in trasferta, i supporters stanno più compatti, fanno quadrato nel vero senso della parola e, come a Bergamo, la qualità del tifo sarà di certo superiore a quanto visto ieri con Brescia.
Il problema si riproporrà poi sabato 17 in casa, quando i "Lupi" ospiteranno Bergamo.
La Curva sarà ancora "lunga" e scoordinata oppure quel benedetto quadrato centrale verrà finalmente riempito?
Siamo proprio curiosi di verificarlo.

F.d.L. 1977 - Info Curva PalaParenti

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account