16 Maggio 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

A DOMANDA (di FAJO) ECCO LA RISPOSTA DELL´A.D. DELLA LEGA, MASSIMO RIGHI

20-10-2017 15:00 - News Generiche
Lunedì 16 ottobre, all´indomani della sfortunata partita in casa con la Roma, mi sono permesso di scrivere una mail alla Lega Pallavolo serie A, volendo capire se certi atteggiamenti di alcuni giocatori, erano ammessi durante lo svolgimento delle gare.
Altresì ho posto una domanda, riguardante i giorni e gli orari delle partite, che sono tutti diversi. Qui di seguito, leggete la mia mail e la risposta di Massimo Righi (nella foto), Amministratore Delegato della Lega Pallavolo.

"Vi invio questa mail perchè avrei bisogno di un paio di chiarimenti. Mi chiamo Alessandro Fagiolini e faccio parte della tifoseria di volley più vecchia d´Italia, ovvero la Fossa dei Lupi.
Sono sulla soglia dei 50 anni e penso di averne mangiata tanta di pallavolo ma, con mio sommo rammarico, vedo cose inaccettabili per questo movimento.
Prima eravamo Noi Tifosi o Ultras a fare confusione, adesso noto che esistono anche i giocatori-ultras; gente che se la prende con i tifosi ed incitano alla violenza gratuita.
La cosa che mi fa rabbia è il fatto che gli arbitri gli permettono di fare ciò e poi viene tirato un rosso fuori per un cambio pallone all´altra squadra!
Ultimamente ho visto degli arbitri al di sotto della competenza dovuta.
Il fatto è che bisogna prevenire la violenza ma ci sono degli atleti che la incitano (vedi Padura Diaz): sarà anche un po´ colorito come personaggio, ma non usa un comportamento adeguato a questo sport.
Esultare in campo si può, ma non girarsi mai verso il pubblico e non solo dalla parte dei tifosi. Come si può intervenire su queste cose?
Altra domanda: sarebbe possibile far giocare tutte le partite la domenica? Possiamo avere palazzetti da 3000 o 5000 persone ma il sabato sera ci sono importanti defezioni di pubblico.
Non ho numeri disponibili ma si lamentano un po´ tutti.
Con questa vi saluto, ringraziandovi e porgendovi i miei più cordiali saluti.
ALESSANDRO (MR FAJO) FOSSA DEI LUPI .

Questa la risposta del Dottor Righi:

Buonasera Alessandro, condivido pienamente che atteggiamenti fomentatori da parte dei giocatori siano una cosa davvero molto spiacevole.
Due possibilità per combattere queste situazioni:
1. Sanzioni: queste devono essere rilevate dagli arbitri nel corso della partita. Ovvio che se non reputano il comportamento di un atleta come provocatorio o non consono, il discorso si chiude qui e resta valido il punto seguente.
2. Prevenzione: E´ quella che facciamo direttamente con i Club ogni qualvolta ravvediamo o ci segnalano episodi del genere, anche se non sanzionati dagli arbitri.
Abitualmente contatto il Presidente del Club e lo avverto della situazione che non sarà più tollerata in futuro. Chiamo successivamente il Responsabile del Settore Arbitrale e mi confronto anche con lui.
Non dimentichi che i gestori della disciplina in campo sono esclusiva mete gli arbitri;
Questa è la metodologia utilizzata per prevenire eventuali situazioni e sono, ad oggi, andate abbastanza bene, ma non sempre.
La mancata contemporaneità delle partite d Serie A2, è da imputarsi alla necessità di spalmare il singolo turno su almeno due giorni, per consentire una migliore distribuzione e visione degli incontri in diretta per il web e il betting.
La ringrazio per i toni cortesi con i quali ci ha scritto e, nella speranza di averle fornito i chiarimenti richiesti, porgo i miei migliori saluti.
Massimo Righi

Sito F.d.L. 1977

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account