28 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

DEDICATO AI TIFOSI DEI "LUPI" (di Zorro 12)

23-08-2011 08:08 - News Generiche
Zorro 12, tifoso dei "Lupi" di Cesano Boscone (MI), ci ha scritto sul forum inviandoci questo articolo relativo al campionato di A1 2005-06. Un bravo per averlo trovato ed un elogio, a sei anni di distanza, a quei 40 ragazzi che sfidarono una serata di tempo pessimo e, per di più di lunedì sera (si giocava per il monday-night) per essere presenti a Padova accanto alla Codyeco Lupi.
Bello il nome Codyeco Lupi, troppo bello!
Riproponiamo l´articolo del grande Carlo Gobbi, il decano dei giornalisti sportivi di volley, con l´augurio che prima o poi, tali gesta possano essere rinverdite, dedicandolo a quelli della Curva che "accorciarono la rioncia per essere presenti".
Non ci siamo dimenticati di loro. (F.d.L. 1977)

Scrive Zorro 12: "Ciao a tutti, un attento sostenitore dei "Lupi" mi faceva notare che il pezzo che ho pubblicato e che probabilmente ha tratto in inganno anche il sottoscritto si riferiva alla partita tra Piacenza ed i Magici.
Finalmente dopo una lunga ricerca sono riuscito a trovare il pezzo giusto, che raccontava un impresa storica dei "Lupi" che grazie al sostegno di 40 sostenitori che sfidaraono il giorno feriale ed il cattico tempo, riuscirono ad espugnare il palazzetto di Padova!!!
Buona lettura e sempre forza "Lupi". (Zorro 12)

2 Giornata campionato A1 2005-06
La prima di Santa Croce firmata Falasca - Padova si arrende.
Pubblicato nell´edizione del 4 ottobre 2005 de La Gazzetta dello Sport.
Giotto Padova-Codyeco: 1-3 (25-20, 22-25, 22-25, 25-27)
GIOTTO PADOVA: Esko 1, Veres 19, Tovo 5, Pampel 27, Andrae 9, Botti 5; Garghella (L), Olli, Piscopo. N.e. Gil, Hietanen, Cibin.
Allenatore: Berruto.
CODYECO LUPI SANTA CROCE: Dehne 5, Kovacevic, Tomalino 10, Falasca 23, Cantagalli 10, Held 10; Pieri (L), Idi 17, Wallace, Guemart.
N.e. Corsini, Cei. Allenatore: Zanini.
ARBITRI: Boris e La Micela. NOTE - Spettatori 982, incasso 2.835,46. Durata set: 25´, 27´, 26´, 33´: totale 111´.
Giotto: b.s. 10, v. 4, m. 5, 2a l. 14, e. 19.
Codyeco: b.s. 11, v. 3, m. 7, s.l. 8, e. 25.
Trofeo Gazzetta: 6 Dehne, 5 Falasca, 4 Veres, 3 Pampel, 2 Idi, 1 Tomalino.
Dal nostro inviato PADOVA - In una serata dal classico tempo da lupi vince il Codyeco il suo primo match in A-1.
E´ stato lo spirito dei Lupi, quelli veri, che ha permesso alla squadra di Zanini di violare quel palasport che per l´ultima volta si è chiamato San Lazzaro: domani il presidente Sartorati annuncerà il nuovo sponsor da 55mila euro.
Un premio di consolazione per il presidente padovano, lui sì grande combattente, ma tradito dalla sua squadra. Il set d´avvio, dopo l´ applauso che ha salutato il minuto di silenzio in memoria di Yuri Sapega, abbracciato ad Arky Golas nel ricordo del pubblico di Padova, aveva illuso tutti. Bravo il regista finlandese Esko, dalle mani che vi raccomandiamo di non stringere mai, nel dirigere i suoi attaccanti. Validissimi in Pampel, che subirà una flessione nel 3° set, continuo Veres, irriducibile nel contrastare i toscani.
Sull´1-0 ti racconti che è fatta.
Ma non demordono i tifosi dei Lupi, 40 ragazzi arrivati sfidando l´ uragano. Li sente Dehne, il regista tedesco sollecitato dalla sfida personale con i due connazionali sull´altra sponda, che da peggiore in campo con Treviso si trasforma nell´uomo guida di una reazione prima lenta poi sempre più rabbiosa.
Vi mette lo zampino Zanini, quando inserisce per Kovacevic il brasiliano Idi, anima vincente di una squadra alla ricerca di certezze che non siano soltanto l´eterno Falasca (55% su 42 attacchi, 23 punti). Il gioco spumeggiante di Idi e la potenza di Falasca (nella foto) rilanciano il Codyeco che pareggia.
Poi è Dehne che prende in mano il gioco, aiutato dai centrali Held e Tomalino, 10 punti ciascuno, inesorabili nei primi tempi.
Padova barcolla, accusa la pessima serata di Andrae, che non regge il posto 4, imitato da Cantagalli di là, lento a carburare.
Santa Croce comincia a crederci quando raggiunge il 2-1 sollecitato da un Falasca continuo, anche se marcato senza pietà dal muro di Padova.
Esko palleggia con giudizio, ma è evidente la mancanza di esperienza nei momenti cruciali. Dehne è più cinico e non sbaglia un intervento. Sul 2-1 Padova ha una reazione, Pampel si riprende, Veres innesta il turbo di un set di spessore, 7 punti a rete, ma la scarsa propensione di Esko nel muovere i suoi centrali favorisce il muro di Santa Croce. Zanini non dorme e piazza i suoi sempre sull´uomo di banda e su Pampel. In questa fase concitata, ecco emergere la classe e l´ esperienza di Cantagalli, che suggella i palloni difficili e più importanti della gara, restituendo vigore a una prestazione fin qui scialba a rete, ma perfetta in ricezione (80% positivo!).
Cantagalli, 40 anni fra due mesi, firmerà 6 punti tra cui un ace spettacolare su Andrae e, nel finale, chiuderà la palla partita al 2° match-ball di Santa Croce.
Un colpo da maestro che regala ai Lupi tre punti di speranza in uno scontro diretto che per la classifica varrà triplo.
Padova paga la scarsa coesione di una squadra che dimostra tanta potenza a rete, quando Andrae ci sarà. (Carlo Gobbi)




Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account