28 Novembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

DONI 70 MINUTI DAL PM RACCONTA I SUOI ULTRA´

15-02-2011 10:27 - News Generiche
L´inchiesta di Bergamo. Settanta minuti davanti al pm Carmine Pugliese per spiegare il legame con alcuni degli ultrà atalantini indagati.
Cristiano Doni (nella foto), capitano nerazzurro è arrivato in procura alle 12,35 a piedi, senza rilasciare dichiarazioni ai giornalisti, e così ha fatto anche quando se n´è andato un´oretta più tardi.
Nessuna indiscrezione sulle dichiarazioni fornite come persona informata sui fatti.
Secondo l´accusa, Doni ed i compagni Bellini, ti ribocchi e Acquafresca, incontrarono due ultrà agli arresti domiciliari, a cui portarono in dono anche delle maglie autografate.
"Disdicevoli situazioni di incomprensibile vicinanza" a "cghi fa tifo violento", hanno scritto gli inquirenti negli atti dell´inchiesta che vede indagate 104 persone.
"Una sorta di preoccupazione, soggezione o devozione dei giocatori, in particolar modo, Cristiano Doni, nei confronti del leader Claudio Galimberti e dei suoi ultrà".
Tra le altre cose, in un telefonata intercettata l´8 febbraio 2010, Galimberti racconta ad un amico di aver "avvisato Doni, con evidente minaccia, che se i giocatori avessero continuato a fare chiacchiere inutili e pettegolezzi vari, lui con il suo gruppo ultrà avrebbe fatto ingresso negli spogliatoi per mettere al muro tutti i giocatori, in particolar modo Chevanton, colpevole di atteggiarsi a protagonista a scapito dello spirito di squadra".

A NOVARA IN 500 DEL TORO ENTRANO SENZA BIGLIETTO
Incidenti prima della gara quando circa 150 dei 500 tifosi del Torino arrivati senza biglietto sono riusciti a sfondare e a entrare in curva.
Pochi minuti dopo, la polizia,per evitare ulteriori problemi, si è ritirata lasciando passare anche il resto degli ultrà.
Nei tafferugli, comunque lievi, si è registrato solo un tifoso granata ferito nel tentativo di sfondare. Lo stadio Piola ha fatto registrare il nuovo record di pubblico oltre 9.600 spettatori, contro i 9.300 presenti nella gara con l´Atalanta.

TORINO: TRE ARRESTATI PER GLI SCONTRI DI DOMENICA
Tre tifosi (uno juventino e due interisti) sono stati arrestati dalla Digos di Torino dopo gli scontri durante Juve-Inter.
Altri tre (due interisti, di cui una donna, e uno juventino) sono stati denunciati per possesso di fumogeni ed oggetti atti ad offendere.
E´ stato anche l´esame dei filmati delle telecamere a consentire alla Digos di individuare i colpevoli.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account