22 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

I LUPI SI AUTORETROCEDONO ANCORA

09-06-2013 12:46 - News Generiche
Rinunciano alla serie A2, restano in B1 e cedono il titolo sportivo a una società milanese: colpa della crisi economica.
Niente da fare. I Lupi promossi si autoretocedono ancora.
Niente serie A2 dopo aver dominato la B1 dall´inizio alla fine.
E´ il secondo anno che accade e la delusione fra i tifosi sale a livelli di guardia. Il tifo che ha seguito i biancorossi per tutta una stagione, esaltndoli ed esaltandosi si sente defraudato di un campionato di prestigio e soprattutto preso in giro dalla dirigenza che ha venduto il titolo sportivo alla società milanese del Powervolley.
I motivi della decisione sono gli stessi dell´anno scorso: sacrsità di risorse economiche, come si fa caprie sul comunicato ufficiale comparso sul sito: "Constatato che, nonostante una stagione disputata sempre al vertice delle classifiche di B1, che ha portato alla conquista della Coppa Italia e della promozione in serie A2, non si è riusciti ad attrarre nuove forze che potessero, in vario modo, contribuire a sostenere un progetto di rilancio della Società, stante la situazione economica contingente che non consente al momento di garantire la copertura di un budget minimo necessario ad affrontare il campionato cadetto, il CdA della "Lupi" Pallavolo ha deciso di rinunciare a quel campionato" che sul parquet aveva meritto.
E poi la nota prosegue: "In conseguenza della inevitabile e dolorosa rinuncia, considerando che il rilancio della società non può prescindere dal sostenere con tutte le forze a propria disposizione il processo di crescita dei suoi atleti più giovani, si è ritenuto che la scelta più adeguata fosse quella di assicurarsi la possibilità di partecipare ad un campionato di livello tecnico adeguato che desse loro l´opportunità di giocare e maturare esperienza.
Tale opportunità si è concretizzata con l´accordo per lo scambio dei rispettivi titoli sportivi raggiunto con a società milanese Powerolley che consentirà ai "Lupi" di partecipare l´anno prossimo al campionato di serie B1 2013-14. Campionato che sarà affrontato con l´obiettivo di ben figurare e, soprattutto, con l´intento di creare i presupposti per un continuo miglioramento".
Magari senza puntare in alto se poi non si può accettare la promozione nella serie superiore...
Tifosi inviperiti. Santa Croce è una piazza d´intenditori di volley e mal è digerito l´ennesima rinuncia.
Si profila uno sciopero del tifo, magari con la tana che è da sempre il PalaParenti meno rumoroso e pur desolatamente meno gremito.

DUE VOLTE DI SEGUITO NON SI PUO´, ALLORA SI CAMBIA NOME ALLA SOCIETA´
"Questa scelta sarà accompagnata da una generale ristrutturazione dell´assetto societario in modo da favorire l´ingresso di forze nuove che possano dare un impulso all´attività del sodalizio biancorosso e per migliorare, sostenere e dare continuità alla gran mole di lavoro svolta nell´ambito del settore giovanile, cosa che ha portato ad ottenere negli ultimi anni, ottimi risultati.
Tutto ciò con l´intento di sviluppare un progetto che miri a costruire nei prossimi anni una base solida e strutturata su cui poter confidare per un futuro rilancio ad alti livelli".
Un modo elegante per dire che si cambia ragione sociale.
Si perchè due autoretrocessioni di seguito non sono ammesse da regolamento federale e quindi di Lupi sono costretti a cambiare nome dopo 50 anni.
E con il nome devono passare la mano gli attuali dirigenti, a cominciare dal presidente Agostino Pantani. Magari resteranno nel consiglio.

Fonte: Paolo Falconi - Il Tirreno

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account