06 Dicembre 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

ALLARME VIOLENZA, MALAGO´ PROPONE CELLE NEGLI STADI

14-02-2014 07:10 - News Generiche
Allarme violenza, Malagò propone le celle negli stadi
Il capo della polizia Pansa: "Quest´anno la situazione negli impianti dedicati al calcio sta peggiorando".

Allarme violenza negli stadi italiani. Secondo il capo della polizia Pansa, in questo inizio di stagione, negli impianti sportivi dedicati al calcio ci sono stati non solo più feriti e arresti, ma anche un sensibile peggioramento del clima sulle tribune.
Una situazione difficile, che il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò propone di risolvere anche con l´introduzione delle celle negli stadi come in Inghilterra.
"C´è stato un miglioramento enorme dal 2007 a oggi, ma i dati di inizio campionato indicano segnali negativi: questo ci deve dare un allarme e spingere a mantenere massima attenzione sul fenomeno", ha spiegato il capo della polizia, facendo il punto sulla situazione.
"Occorre capire - ha sottolineato Pansa - se c´è un inasprimento del livello di violenza o si tratta di una parentesi che può essere gestita con gli attuali strumenti normativi".
Nel dettaglio, nella prima parte di questa stagione gli incontri di calcio con feriti sono stati 49, contro i 39 dello stesso periodo della stagione scorsa. Aumentati sia i feriti tra le forze dell´ordine (64 contro 43), che tra i civili (56 contro 37) e tra gli steward (15 contro 7).
Gli arrestati sono stati 84 (uno in piu´ rispetto alla stagione 2012-2013) ed i denunciati 593 (contro 321 dell´anno prima).
Numeri preoccupanti, che impongono una riflessione.
"Per una efficace opera di prevenzione, serve la conoscenza e l´analisi del fenomeno - ha ribadito Pansa -.
Lo stadio non deve essere un luogo di violenza ma uno spazio nel quale la tifoseria sana contamina positivamente chi varca i cancelli con idee diverse".
Contro la violenza negli stadi urge una risposta forte e nuove misure. Ne è convinto anche il presidente del Coni.
"Penso che la tessera del tifoso abbia fatto il suo tempo. Occorre rivisitare completamente i rapporti tra calcio e tifosi - ha precisato Giovanni Malagò -. Servono stadi nuovi e regole nuove. Le forze dell´ordine devono essere in condizione di agire nell´immediato, dentro lo stesso impianto, come avviene in Inghilterra". "Con le nuove strutture attraverso un sistema avanzato di controllo tecnologico, si possono identificare gli autori di atti violenti, che vengono poi trasferiti in un luogo all´interno dello stadio dove vengono trattenuti in attesa del processo per direttissima, che si celebra entro due giorni dall´accaduto - ha spiegato ancora -. E, in caso di conferma delle accuse, scatta la condanna per due anni, l´automatico divieto di accesso agli impianti e la perdita del posto di lavoro". Ultrà avvertiti.

Fonte: Sportmediaset

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account