13 Giugno 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

I "LUPI" AGGUANTANO IL SESTO POSTO. LAGONEGRO GIU': 3-0

18-03-2021 00:05 - News Generiche
KEMAS LAMIPEL: Acquarone 3, Walla 21, Copelli 9, Festi 11, Colli 7, Cappelletti 9, Sorgente (libero), Di Marco n.e, Robbiati n.e, Andreini n.e, Caproni n.e, Mannucci n.e. Sposato (libero) n.e. All: Montagnani.
LAGONEGRO: Salsi 1, Tiurin 11, Maccarone 6, Molinari 3, Vedovotto, Mazzone 12, Russo (libero), Marretta 3, Bellucci, Scuffia 1, Santucci (libero), Battaglia. All: Tubertini.
Arbitri: Clemente e Selmi.
Successione set: 25-18; 25-21; 25-20.
Battute sbagliate Lupi: 11; Aces: 1; Muri: 16.
Battute sbagliate Lagonegro: 8; Aces: 3; Muri: 8.
Note: gara a porte chiuse per Covid.

Operazione sesto posto riuscita per i pugnaci “Lupi”.
La Kemas Lamipel supera per 3-0 i lucani della Rinascita Lagonegro, guadagna una posizione passando dal settimo al sesto posto, preparandosi a difenderlo nell'ultimo match della stagione regolare, domenica prossima al PalaEstra di Siena.
I biancorossi di coach Montagnani hanno recuperato ieri sera la prima di ritorno contro il fanalino di coda della A2, venendo impegnati talora a fondo da Mazzone e compagni. Chi si attendeva un Lagonegro in veste dimessa è stato disatteso.
D'altronde il PalaParenti ha il magico potere di rigenerare qualsiasi tipo di avversario e questa è cosa risaputa.
I conciari hanno gestito con attenzione una gara per nulla scontata, guadagnandosi i tre punti ed il successo con pazienza e volontà di vittoria.
Il muro è stato un'arma preziosa per Walla e compagni, i quali hanno contato su un Colli assiduo in prima e seconda linea, oltre che al servizio. Walla ha dato di nuovo dimostrazione delle sue qualità e, nel secondo set, mettendo a segno il punto del 19-16, ha toccato quota 500 in stagione. Uno striscione tutto per lui è stato esibito in Curva ed anche gli avversari - panchina compresa – si sono fermati per tributargli il doveroso applauso. Grande gesto di sportività.
Gli errori al servizio sono stati 11, di cui 6 condensati nel primo parziale. Con una maggiore concentrazione si poteva far meglio.
Acquarone ha chiamato sovente Festi alla conclusione, Copelli ha lottato tenendo a bada un cliente scomodo come Tiurin.
Il libero Sorgente ha dato ordine ed “appoggi” puliti in bagher per gli attaccanti, mentre Cappelletti ha sofferto a lungo in attacco, ostinandosi a tirare spesso “dritto per dritto”, senza variare opportunamente i colpi.
Montagnani ha avuto solo in Prosperi l'unico cambio. Di Silvestre è ormai fuori da settimane. Le alternative in panchina scarseggiano e si procede con gli uomini contati.
Ora i "Lupi" possono centrare il sesto posto, tenendo a bada Reggio Emilia. Tutto si deciderà domenica prossima.
I santacrocesi sperano proprio di farcela.
Primo set con partenza equilibrata (11-10) ma con i conciari sempre più sicuri (16-12 e 20-14) col trascorrere del tempo.
Controllo totale delle operazioni e punto del 25-18 dopo un servizio lungo di Tiurin.
Buona partenza nel secondo set (15-12) e sicurezza fino al 19-13, nonostante l'ingresso di Marretta e la combattività di Mazzone.
Cappelletti soffre (19-16) ed allora, dal 20-18 in avanti, ci pensa super Walla in attacco e, col muro del 24-20, a far quadrare i conti.
L'ultimo punto (25-21) arriva con un servizio out di Bellucci.
Terza frazione con le squadre in parità in avvio (9-9) ma poi ecco il muro di casa a erigersi più volte sugli avanti lucani (1-11 e 19-16).
La squadra di Tubertini ci prova fino in fondo ma Scuffia viene murato prima da Colli e poi da Walla (22-17) e per Lagonegro non c'è più modo di sperare.
Chiude Festi in veloce: 25-20.

Marco Lepri

Nella foto di Veronica Gentile: capitan Colli elude la marcatura del muro lucano.

Realizzazione siti web www.sitoper.it