21 Giugno 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

I LUPI RIDONO, CEDE LAGONEGRO: 3-0

25-11-2019 00:30 - News Generiche
KEMAS LAMIPEL: Acquarone 4, Padura Diaz 20, Bargi 11, Larizza 3, Krauchuk 4, Colli 9, Catania (libero), Mazzon 3, Prosperi n.e, Di Marco n.e, Marra n.e, Andreini (libero) n.e, Mannucci n.e. All: Douglas-Pagliai.
LAGONEGRO: Zoppellari 2, Tiurin 9, Robbiati 1, Spadavecchia 6, Mazzone 13, Fantauzzo 5, Santucci (libero), Ramberti, Corrado n.e, Maccarone n.e, Ladaga n.e, Condorelli (libero) n.e, Ribezzo n.e, Vacellio n.e. All: Falabella.
Arbitri: Rolla e Toni.
Successione set: 25-17; 29-27; 25-16.
Spettatori: 600.
Battute sbagliate "Lupi": 11; Aces: 9; Muri: 12.
Battute sbagliate Lagonegro: 13; Aces: 3; Muri: 7.

La Kemas Lamipel rispetta la legge del 3-0 nelle sfide con i lucani del Lagonegro.
Per la quinta volta, in altrettanti incontri fra le due compagini, la contesa si chiude col risultato più netto.
Quella di ieri è stata la quarta affermazione dei “Lupi” sugli uomini di coach Falabella, fiaccati dalla voglia di riscatto dei conciari dopo la sconfitta di Brescia.
Il centrale Bargi è stato eletto migliore uomo in campo ed in effetti questi è stato protagonista a muro ed in attacco, grazie all'intesa con Acquarone.
Fra i migliori anche Padura Diaz, sempre pronto a trascinare, nonostante qualche imperfezione, ma leader a tutto tondo.
Bene capitan Colli, il libero Catania e Mazzon quando è stato chiamato all'opera per sostituire Krauchuik in difficoltà.
Partita meno produttiva del solito per Larizza, ma ci può stare.
I ragazzi del presidente Balsotti in casa viaggiano forte: 9 set vinti e nessuno perso.
Il PalaParenti assume sempre più le caratteristiche di un fortino ed i tifosi aiutano.
Buon colpo d'occhio sugli spalti, col pubblico calcolato sulle 600 unità.
Primo set tutto di marca santacrocese, col servizio che flagella la ricezione lucana e con gli altri fondamentali che girano a regime.
Padura Diaz firma con un ace il punto dell'8-4. Sempre netti i vantaggi (10-4, 20-10 e 24-16) da parte degli uomini di Douglas e Pagliai che chiudono sul 25-17 controllando con sicurezza la prima frazione.
Nel secondo parziale i “Lupi” sono meno precisi e lo si nota fin dalla prima parte quando certi errori si ripetono.
Il russo Tiurin e compagni ne approfittano: 11-14 e 17-20.
Sul 17-21 Mazzon rileva Krauchuk. Lagonegresi che cercano di scappare a più riprese, ma sempre rincorsi, con un certo accanimento dai biancorossi.
Gli atleti del presidente Carlomagno vanno vicini al pareggio (20-23) ma, la Kemas Lamipel pareggia (23-23), riuscendo a raddoppiare ai vantaggi – dopo una serie di emozioni - con un pallonetto ed un ace di capitan Colli: 29-27.
L'ingresso di Mazzon dona nuovo equilibrio ai conciari che dominano nel terzo parziale.
Una volta sull'11-11 con un tocco di Acquarone, salgono in cattedra Bargi e Padura Diaz (13-11 e 16-13).
Tiziano Mazzone e soci perdono contatto (20-16) e due aces di Colli (24-17) ed un errore dello stesso Mazzone chiudono la gara: 25-17.
Kemas Lamipel a quota 12 in classifica in coppia con Siena, dietro al tandem di testa formato da Ortona e Brescia, che guidano la graduatoria con 16 punti ciascuno.

Marco Lepri

Nella foto di Veronica Gentile: una bella esultanza dei biancorossi.

Realizzazione siti web www.sitoper.it