21 Maggio 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

L'ABBRACCIO DEL COMANDANTE MONTAGNANI

27-10-2020 06:15 - News Generiche
Il Comandante che abbraccia Copelli, in questo scatto di Veronica Gentile.
E' stato proprio il centrale, ex piacentino, a chiudere con un muro vincente, il confronto con Reggio Emilia.
Nel frangente, i “Lupi” si erano opposti con un muro a tre, sullo scatenato Maiocchi, uno fra i migliori nelle file reggiane, fino a quel momento.
La Kemas Lamipel aveva firmato con capitan Colli in punto del 25-24.
Ne serviva un altro per chiudere il discorso e Copelli ha sbarrato la strada allo schiacciatore di Mastrangelo, meritandosi l'immediato abbraccio di Montagnani.
Questi, dopo il vittorioso debutto sulla panchina santacrocese in quel di Villa d'Agri, contro Lagonegro, con i suoi ragazzi vittoriosi per 3-2, ha fatto ancora meglio al PalaParenti, per un nuovo successo conciario, stavolta per 3-1.
Montagnani teneva particolarmente a presentarsi con una vittoria dinanzi ai sostenitori presenti al PalaParenti e così è stato.
Non è un bel momento, a causa del Coronavirus, per Santa Croce.
Anche ieri i numeri non lasciavano intendere niente di buono: 170 positivi, 190 quarantene e solo 16 guarigioni.
Nella giornata di ieri sono stati registrati 25 nuovi contagi. Sono numeri che fanno impressione.
Ed allora lo sport può dare una mano, regalare qualche sorriso e delle soddisfazioni.
I “Lupi”, vincendo, fanno felici i loro sostenitori, danno morale, permettono di guardare con fiducia al futuro, a continuare a rinnovare la speranza.
Capitan Colli e compagni tornavano a disputare una gara di campionato, dinanzi ai loro appassionati, dopo ben 266 giorni.
L'ultimo match al PalaParenti, risaliva a domenica 2 febbraio, con i biancorossi vittoriosi per 3-1 sul Brescia. Un'eternità.
Sulle gradinate dell'impianto di piazza Oscar Romero si erano dati appuntamento in circa 200 spettatori, tanti quanti contemplati dalle normative.
Purtroppo, si è trattato di uno squarcio di sole in un cielo carico di nubi opprimenti.
Infatti, da ieri è entrato in vigore, il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che sarà valido fino al 24 novembre.
Il tutto nell'ambito della prevenzione per la diffusione del Coronavirus, con il protocollo che prevede lo svolgimento delle partite nei palazzetti “a porte chiuse”, togliendo la possibilità di accesso al pubblico.
Pertanto, domenica prossima al PalaFrancescucci di Casnate con Bernate, in provincia di Como, contro i brianzoli del Cantù, si giocherà senza spettatori.
Idem domenica 8 novembre in casa con Bergamo e, in quel di Mondovì, domenica 15.
Due giorni prima della “scadenza” (martedì 24) la Kemas Lamipel riceverà i baresi del Castellana Grotte, anche in questa occasione a porte chiuse.
Seguiranno altre due trasferte (Cuneo e Taranto), prima del confronto interno con Brescia del 13 dicembre.
Per allora sarà cambiato qualcosa? Almeno in 200 potranno tornare al PalaParenti? Lo scopriremo solo vivendo.
Da oggi, al 13 dicembre, saranno trascorsi altri 48 giorni. E' iniziato un altro step di “vedovanza”, per coloro che tengono ai “Lupi”.
Speriamo basti e che sia l'ultimo.

Marco Lepri


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account