06 Dicembre 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

MARSELLI PARLA DELLA CUOIOPELLI E DEL SUO MILAN

12-11-2020 06:15 - News Generiche
Davide Marselli (foto), tecnico della Cuoiopelli, attende la ripresa dell'attività agonistica.
“Spero di tornare alle gare ufficiali in gennaio – dice Marselli – ripartendo con il campionato di Eccellenza, fermo dal 25 ottobre scorso. Avremmo affrontato in casa il Montecatini, ma saltò tutto. Ripartire, sarebbe l'ideale, magari a metà gennaio, ospitando così la compagine della Valdinievole, per la terza d'andata.
Per il momento i ragazzi stanno allenandosi singolarmente, seguendo la tabella del preparatore atletico Maurizio Bachi. Con loro ci sentiamo telefonicamente, restando in contatto. Lo stesso con i dirigenti, sempre attenti alle vicende della squadra.
Purtroppo – spiega il tecnico di Fiumaretta - abbiamo perso per un serio infortunio Pinucci, un calciatore sul quale contavamo e per il quale, dispiace dirlo, la stagione è finita, appena agli albori.
L'anno scorso era toccato a Garunja, ora di nuovo disponibile. Anche Martinelli, a questo punto è recuperato. Questa pandemia ha sconvolto anche il mondo del calcio: è dura per ognuno di noi.
Però, prima o poi ne usciremo e tutto tornerà come prima; dobbiamo avere fiducia e non perdere la speranza”.
Marselli è un grande tifoso del Milan e, per questo, gli chiediamo un giudizio sui rossoneri e sul pilastro Ibrahimovic.
“Prima di tutto – dice il tecnico - ha fatto un buon lavoro Pioli, riuscendo a compattare un gruppo molto giovane, unendolo all'esperienza di Ibrahimovic.
La squadra ha idee chiare e gioca molto bene. Però non credo che, alla fine, vincerà il campionato. Sicuramente Juventus e Inter hanno due rose nettamente superiori con 25 giocatori a disposizione, quasi tutti a livello top. Questo, alla lunga, giocando spesso sia in coppa che in campionato, potrà fare la differenza.
Inoltre, ci sono almeno altre 3 o 4 squadre come Roma, Napoli, Atalanta e Lazio che, come rosa, mi sembrano messe meglio del Milan.
Il problema della Juve potrebbe essere l'allenatore.
Ibrahimovic è un campione straordinario. Lo ha dimostrato in campo. A 39 anni è ancora fondamentale. Si è visto nel derby, quando ha trascinato il Milan alla vittoria.
Si allena ancora come un giovane ha la voglia di un giovane; una classe immensa, soprattutto gran carisma, tutti lo seguono”.
Dopo il pari di domenica scorsa, in casa con gli scaligeri di Juric, Marselli ha così postato su Facebook: “Milan-Verona 2-2. Sotto di due gol e, dopo aver perso giovedì in casa in coppa per 0-3, non era semplice.
Il Verona è un'ottima squadra. Invece c'è stata una grande reazione. Prima con Kessie (1-2), poi con un rigore sbagliato da Ibra.
Infine, con un incrocio dei pali, colto sempre da Zlatan, di testa. Almeno 4 o 5 miracoli del portiere del Verona.
Al 90' il 2-2 di Calabria, giustamente annullato dal Var, per un mani mano di Ibra. Ma, quando tutto sembra perso, ecco al 92' la zampata del campione (2-2), con un colpo di testa all'incrocio. Sicuramente questa sosta di due settimane servirà per ricaricare le pile. Per il momento, salutate la capolista. Avanti Diavolo”.

Marco Lepri


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account