29 Settembre 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

QUEL CAMPO DI SAGGINA

25-07-2021 06:15 - News Generiche
Quel campo di saggina era la nostra “casa”.
E, nostra, lo era diventata con il tempo, in quelle lunghe e assolate giornate estive, quando, ormai, libere dalla scuola, ci divertivamo tantissimo.
L’appuntamento era nella “strada”, spazio che ci vedeva giocare ininterrottamente con quella spensieratezza che solo l’infanzia può regalare.
E, da lì al campo, che si trovava di fronte alle nostre case, il passo era breve, anzi brevissimo.
Quelle piante di saggina così alte erano un esplicito invito a diventare un rifugio e, quindi, una casa, possibilmente nostra.
Cominciava, allora, il lavoro. A forza di graffi e scalpiccii buttammo giù alcune piante per creare prima la cucina, poi una camera e, infine, un piccolo bagno con la doccia, perché i fiori che reclinavano, sembravano soffioni d’acqua colorati.
Quanti pomeriggi fra quelle foglie verdi e l’erba che ci pizzicava le gambe! Formiche, zanzare e altri piccoli insetti, facevano il resto.
Poco importava se uscivamo sporche di terra e di polvere, con il volto arrossato e appiccicoso di sudore, frastornate di sole e dall’incessante frinire delle cicale: quella era la nostra casa.
L’avremmo protetta e accudita per il resto dell’estate, fino a che, inesorabile sarebbe arrivato settembre e la raccolta.
In poco tempo il campo si svuotava, restavano fasci di erba secca e qualche pianta selvatica.
La scuola iniziava a ottobre, l’allegria delle vacanze un dolce ricordo. Ritornavamo nelle nostre case, quelle vere.

Patrizia Bianconi

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account