21 Giugno 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

SANTA CROCE UNA STAGIONE DA INCORNICIARE: 1.500 SPETTATORI A SERATA

26-04-2016 19:43 - News Generiche
PalaParenti, oltre ai successi c´è di più. Conservi: «Buoni incassi, i Lupi andranno in A»
Manca uno spettacolo, ma si può parlare di «grande successo» per il Santa Croce Pop Fest, manifestazione organizzata da Ad Managementecon il supporto del Gruppo Biokimica e il patrocinio del Comune di Santa Croce.
Nek, Pucci, Masini, Brignano, Battista, Masha e Orso, Battiato e Alice, Gli Stadio: questi i grandi nomi singoli o gruppi che sono passati da autunno a oggi al PalaParenti (nella foto) di Santa Croce, palazzetto non più solo per lo sport.
«Mediamente il numero degli spettatori è stato di circa 1.500 a spettacolo – sono parole dell´assessore Piero Conservi – Il più alto afflusso di pubblico è stato registrato
per Battiato e Alice.
Il Comune economicamente non ha ritorni diretti se non quello di lanciare questa struttura per una destinazione non solo sportiva. Il ritorno economico è per il gestore,
cioè la società Lupi Pallavolo, e la speranza di tutti è che nell´immediato futuro si vedano dei grandi ritorni come la serie A di pallavolo a Santa Croce. Uno dei successi
di questa prima edizione è il fatto che a Santa Croce sono arrivati spettatori da tutta Italia. E´ stata una scommessa importante per il futuro della nostra struttura.
Tanti Comuni ora invidiano questa bella realtà che abbraccia sport e spettacoli. Occorre sostenerla perché ora tanti industriali si avvicinano alla società che gestisce il PalaParenti».
IL 28 maggio arriverà il mago Antonio Casanova, uno dei personaggi più noti dell´arte della magia e dell´illusionismo. Molte volte in televisione, Casanova si è fatto
un nome non solo a livello nazionale.
Insomma, un altro spettacolo di ottimo livello per il PalaParenti.
«Iniziato il 31 ottobre 2015 – si legge in una nota di Ad Management – il Santa Croce Pop Fest è il primo festival nel Valdarno dedicato al palco d´autore. Alla sua
prima edizione il bilancio è altamente positivo».
Unico piccolo problema emerso nel corso delle serate è la segnalazione dell´acustica poco chiara nella parte del PalaParenti dove si trova quella che i tifosi dei Lupi
chiamano la «Curva», cioè di fronte al palco.
«Il problema dell´acustica – viene fatto sapere dagli organizzatori – c´è in alcune zone della struttura, come avviene anche nelle arene. E´ chiaro che ascoltare più o meno bene dipende anche da dove lo spettatore è posizionato. E comunque i palasport o le arene non possono avere un´acustica delle strutture teatrali.
Nel complesso, comunque, il PalaParenti risponde bene anche da questo punto di vista».

Fonte: gabriele nuti - La Nazione

Realizzazione siti web www.sitoper.it