01 Dicembre 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

WALLA SOUZA, DAL BRASILE UN BOMBER SOTTO RETE

26-02-2021 06:26 - News Generiche
Proponiamo oggi questo articolo, dedicato all'opposto dei "Lupi", Walla Souza, a firma Davide Ribechini (Il Tirreno), pubblicato mercoledì scorso, giorno dell'incontro con Cantù al PalaParenti.

"Sono un calmo, la Superlega un sogno".
A settembre il Corriere dello Sport titolava: "Santa Croce, che colpo! Ecco Walla Souza".
Titolo competente e assieme profetico, perché l'opposto brasiliano, con il passare delle giornate, nonostante tutte le difficoltà dettate dall'emergenza sanitaria, si è confermato un grande acquisto.
Francisco Wallyson Bezerra Souza è nato in Brasile il 6 giugno 1990, quindi un giocatore maturo al punto giusto, alto 195 cm, che per un opposto possono non essere tantissimi. Ma il dato si accompagna a doti di salto impressionanti, e a una tecnica individuale che ha impressionato da subito lo staff tecnico biancorosso.
Di lui coach Montagnani aveva detto già nelle prime giornate: «Sta facendo vedere cose straordinarie e ci sta aiutando molto. Ha un ottimo carattere, si allena fortissimo e ci rendiamo conto che in alcuni casi pub essere disarmante per le squadre avversarie per la perentorietà dei suoi colpi. Sta attaccando con percentuali mostruose e quindi è difficile che possa fare meglio. Ma sta lavorando per migliorare anche gli altri fondamentali e questo sarà un grande ulteriore aiuto al nostro sistema».
Le successive prestazioni di Walla non lo hanno smentito. Per appassionati e curiosi, il giocatore brasiliano aggiorna un profilo Instagram molto interessante, dove lo si pub osservare in azione in madrepatria, grazie a brevi filmati.
Come piccola cronistoria, lo troviamo nel 2018/19 nella Superliga B brasiliana, con l'Anapolis Volei, squadra arrivata fino al terzo posto della classifica generale. La stagione seguente inizia una nuova esperienza nella Paranaense Championship, prima con Avp Palmas, quindi con il Ponta Grossa Caramuru.
Walla ha giocato finora 16 incontri, mettendo a segno 362 punti, quasi 23 a partita. Tanti. Basti pensare che nella classifica di rendimento attaccanti è secondo, tra tutti i bomber del campionato, con soli 10 punti in meno rispetto al leader Romanò (Emma Villas Siena).
Contando però che il rivale ha giocato una gara in più, virtualmente Walla è il bomber principe del torneo. Ostentando pero una tranquillità ed un equilibrio invidiabili per un atleta straniero approdato in Italia nel bel mezzo di una pandemia mondiale.
Il segreto? «Sono riuscito ad inserirmi gradualmente in uno scenario complicato che la pandemia aveva causato a tutti. Mi sono preso sempre cura di me stesso e ho seguito tutte le linee guida. Santa Croce mi è piaciuta subito, anche se non sono uscito molto a causa del decreto sulla pandemia. Sono un ragazzo molto calmo, non mi piace molto il caos, quindi Santa Croce è una buona opzione. Città tranquilla e accogliente». Quali sono le principali differenze tra il Volley a cui era abituato, la serie A brasiliana, e quello che ha trovato qua?
«Sia la pallavolo brasiliana che quella italiana sono di livello molto alto. Con buoni giocatori e tanta qualità. Ma se è per trovare una differenza, credo che il Brasile abbia attaccanti migliori».
Resta da capire come un giocatore così soltanto dopo i 30 anni sia riuscito a guadagnarsi questa opportunità in Italia.
«Ho iniziato a giocare a pallavolo grazie a mio fratello, che già giocava-racconta -. Ho iniziato ad allenarmi e mi sono innamorato. Ho sempre giocato in Brasile, avevo già pensato di uscire a fare un'esperienza all'estero, ma non si è mai materializzata l'occasione. Quando ho avuto l'opportunità di venire ai Lupi non ci ho pensato due volt, e ho accettato».
Ma ora Walla vede un suo futuro in Superlega?
«Avevo bene in mente quale sarebbe stata la qualità dei giocatori qui. Sapevo che avrei dovuto lavorare duro per questo e giocare allo stesso livello degli altri. Non posso dire di vedermi in Superlega, ma cerco sempre di fare del mio meglio affinché le cose accadano naturalmente. Sicuramente giocarci sarebbe un'esperienza incredibile perla mia vita».
Due parole sui compagni di squadra e su coach Montagnani: «Sono persone fantastiche. Ho un ottimo rapporto con tutti, sono fratelli che terrò per la vita. E Montagnani, oltre ad essere un ottimo allenatore, con tutta la sua esperienza anche internazionale, è un grande "papà".
Non solo io, ma tutti si sentono molto coinvolti da lui per fare andare avanti la squadra».
Un'ultima curiosità: qual è il rapporto di Walla con il beach volley, visto che nella mentalità dei giocatori italiani beach e Brasile vanno di pari passo. «Ho giocato a beach volley per un po' e so quanto bravi giocatori ci sono. In Italia non seguo molto, ma sicuramente deve avere buone coppie. Quando lo vedo in tv trovo sempre partite di buon livello da guardare».
Questa la semplicità di Walla Souza, il bomber brasiliano che sta facendo sognare i tifosi dei Lupi.
Nell'ultima gara di campionato, giocata e vinta domenica al Pala Parenti contro Cuneo, Francisco Walyson Bezerra Souza ha fatto segnare 24 punti a tabellino, tra cui un ace e un muro. Giocatore di grande continuità, ovviamente supportato da un sestetto che coach Montagnani sta facendo di nuovo girare a mille nonostante lo stop di inizio anno e le difficoltà a ritrovare una forma accettabile.

Fonte: Davide Ribechini- Il Tirreno

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account