02 Luglio 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

DUE PESI E DUE MISURE (di Corazzata Lastre)

16-10-2017 06:37 - News Generiche
Cardinale ossequi e che la forza dei Lupi sia sempre con lei ed il Devoto Sacrista.
Belle parole quelle scritte da lei in merito alla partita di sabato scorso con la Roma.
Non entriamo nei commenti tecnici, anche perché il nostro pensiero resta lo stesso, già scritto nei giorni scorsi.
Vorremo però parlare di una categoria arbitrale che impone direzioni di gare assurde.
Non ritorniamo su certi argomenti come: formule play-off, orari di gara inconcepibili ed altro, per non ripetere le stesse cose; sarebbe come sparare sulla Croce Rossa.
Non ci soffermiamo su tocchi e trattenute, visto che oggi è permesso tutto, ed anche qui ci fermiamo per rispetto...
Ci soffermiamo però su quanto successo sabato sera.
Se la coppia arbitrale ha reputato giusto di punire il nostro atleta biancorosso Wagner con un cartellino rosso per perdita tempo (roba da Chi l´ha visto?), crediamo sarebbe stata cosa buona e giusta fare altrettanto, dalla parte opposta, dove alcuni atleti hanno preso per il culo tutto l´ambiente che li ha ospitati.
Lo possiamo chiamare anche atteggiamento "antisportivo" ma noi preferiamo il termine presa di culo, perchè rende meglio il concetto.
E´ vero che cori ed offese gratuite non vanno bene, ma è anche vero che la regola di ogni sport dice: "Te sugli spalti fai il tifo (corretto o meno) e te in campo ti devi comportare da professionista senza non rispondere alle provocazioni, altrimenti vieni punito". Con la Roma non è successo, chissà perché?
Questo non va bene ed un giochino piuttosto sano come la pallavolo rischia di essere rovinato da persone con eccesso di protagonismo.
Manca un cartellino rosso anche per Roma, ma ce ne faremo una ragione.
Con la prima squadra della capitale è già la seconda volta che abbiamo avuto "favori" arbitrali al contrario, ricorda Cardinale?!
In occasione di un play-off promozione di A2 2008-09, un atleta di Roma, una così detta leggenda della pallavolo, toccò a muro e non alzò la mano per riconoscere il tocco; l´arbitro assecondò questa leggenda o, presunta tale, mettendecelo ner baogigi, bodde.
Se ci fosse stato il check, anche a quei tempi, avrebbero fatto entrambi una figura di m...ota?
L´altro ieri, quanto è successo, è storia recente ed abbiamo ancora tutto in mente, oltre ad un bel giramento di coglioni.
Noi interpretiamo il fatto in questo senso .
Roma ha fatto la storia ed è la Capitale d´Italia. Santa Croce Sull´Arno è la Capitale del Cuoio e delle Pelli; noi siamo "L´Impero della Pallavolo Toscana".
Quindi un minimo di rispetto crediamo ci sia dovuto.
Anche se dovessimo incontrare coloro che sono alla guida del volley e spiegassimo loro le nostre ragioni, perderemo tempo e sarebbe come "pisciare in un cappello e metterselo in capo", scusate il francesismo!
Detto questo, "Avanti Lupi" e sempre a testa alta, andando sempre in culo ai POERIBRODI!

Corazzata Lastre – (Nessuno mi può giudicare – Caterina Caselli)


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account