19 Maggio 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

DONI 70 MINUTI DAL PM RACCONTA I SUOI ULTRA´

15-02-2011 10:27 - News Generiche
L´inchiesta di Bergamo. Settanta minuti davanti al pm Carmine Pugliese per spiegare il legame con alcuni degli ultrà atalantini indagati.
Cristiano Doni (nella foto), capitano nerazzurro è arrivato in procura alle 12,35 a piedi, senza rilasciare dichiarazioni ai giornalisti, e così ha fatto anche quando se n´è andato un´oretta più tardi.
Nessuna indiscrezione sulle dichiarazioni fornite come persona informata sui fatti.
Secondo l´accusa, Doni ed i compagni Bellini, ti ribocchi e Acquafresca, incontrarono due ultrà agli arresti domiciliari, a cui portarono in dono anche delle maglie autografate.
"Disdicevoli situazioni di incomprensibile vicinanza" a "cghi fa tifo violento", hanno scritto gli inquirenti negli atti dell´inchiesta che vede indagate 104 persone.
"Una sorta di preoccupazione, soggezione o devozione dei giocatori, in particolar modo, Cristiano Doni, nei confronti del leader Claudio Galimberti e dei suoi ultrà".
Tra le altre cose, in un telefonata intercettata l´8 febbraio 2010, Galimberti racconta ad un amico di aver "avvisato Doni, con evidente minaccia, che se i giocatori avessero continuato a fare chiacchiere inutili e pettegolezzi vari, lui con il suo gruppo ultrà avrebbe fatto ingresso negli spogliatoi per mettere al muro tutti i giocatori, in particolar modo Chevanton, colpevole di atteggiarsi a protagonista a scapito dello spirito di squadra".

A NOVARA IN 500 DEL TORO ENTRANO SENZA BIGLIETTO
Incidenti prima della gara quando circa 150 dei 500 tifosi del Torino arrivati senza biglietto sono riusciti a sfondare e a entrare in curva.
Pochi minuti dopo, la polizia,per evitare ulteriori problemi, si è ritirata lasciando passare anche il resto degli ultrà.
Nei tafferugli, comunque lievi, si è registrato solo un tifoso granata ferito nel tentativo di sfondare. Lo stadio Piola ha fatto registrare il nuovo record di pubblico oltre 9.600 spettatori, contro i 9.300 presenti nella gara con l´Atalanta.

TORINO: TRE ARRESTATI PER GLI SCONTRI DI DOMENICA
Tre tifosi (uno juventino e due interisti) sono stati arrestati dalla Digos di Torino dopo gli scontri durante Juve-Inter.
Altri tre (due interisti, di cui una donna, e uno juventino) sono stati denunciati per possesso di fumogeni ed oggetti atti ad offendere.
E´ stato anche l´esame dei filmati delle telecamere a consentire alla Digos di individuare i colpevoli.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Realizzazione siti web www.sitoper.it