15 Luglio 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

L'IMPAVIDA ORTONA VIOLA IL PALAPARENTI

16-12-2019 06:13 - News Generiche
KEMAS LAMIPEL: Acquarone 2, Padura Diaz 22, Bargi 4, Larizza 9, Colli 11, Mazzon, Catania (libero), Krauchuk 19, Di Marco, Marra n.e, Prosperi n.e, Andreini (libero) n.e, Mannucci n.e. All: Douglas-Pagliai.
IMPAVIDA ORTONA: Pedron 6, Carelli 6, Sesto 6, Menicali 11, Bertoli 16, Ottaviani 20, Toscani (libero), Astarita 5, Salsi 1, Pesare (libero) n.e, Del Frà n.e, Simoni n.e. All: Lanci.
Arbitri: Bellini e Caretti.
Successione set: 13-25; 24-26; 26-24; 25-14; 14-16.
Spettatori: 380.
Battute sbagliate "Lupi": 17; Aces: 6; Muri: 8.
Battute sbagliate: 18; Ortona: 6; Aces: 6; Muri: 8.

Ortona fa cadere l'inviolabilità del PalaParenti.
Gli abruzzesi dell'Impavida si impongono per 3-2, conquistano 2 punti pesanti che permettono loro di restare da soli in vetta a quota 21.
I “Lupi” prendono un punto, scendono al sesto posto in classifica (16), con due gare estremamente impegnative (New Mater in trasferta e Calci in casa) prima del termine del girone d'andata, previsto per il 26 dicembre, festività di Santo Stefano.
Sulla Kemas Lamipel pesano due espisodi negativi: un colossale errore arbitrale al termine del secondo set e l'infortunio, nel finale di gara, a Padura Diaz, sul punteggio di 11-11.
Sulle condizioni dell'attaccante italo-cubano ne sapremo di più a breve. Ma andiamo con ordine.
La Curva dedica uno striscione ad Elisabetta Nannini, venuta a mancare bruscamente venerdì scorso, a soli 51 anni, persona a lungo vicina alle sorti del club biancorosso. Doveroso il tributo riserbatole.
Pronti via e, nelle file santacrocesi, c'è Mazzon in coppia con Colli.
La partenza è tutta per gli adriatici (2-6) con Douglas e Pagliai che fermano il gioco. Sul 2-7 entra Krauchuk per Mazzon.
Gli ospiti giocano a memoria, dando l'impressione di sapere ogni minima cosa dei padroni di casa (6-15), che non tengono il passo (10-20) raccogliendo soltanto 13 punti.
La squadra di Nunzio Lanci è impeccabile in tutti i suoi componenti: 13-25.
Vanno decisamente meglio le cose nella seconda frazione per la Kemas Lamipel, con Colli che carica i suoi con due aces consecutivi (12-9) costringendo Lanci a fermare il gioco.
I “Lupi” fanno l'andatura (16-13 e 19-15) col coach ospite che ferma il gioco, dopo un'esplosiva "pipe" di Krauchuk.
Tutto sembra dire Kemas Lamipel (22-18) ma Ottaviani al servizio, con una serie di spregiudicate battute, manda in tilt la ricezione di casa: 22-21.
Entra Mazzon per Krauchuk, ma Ottaviani con un nuovo ace, non perdona: 22-22.
Poi lo schiacciatore dell'Impavida sbaglia ed i conciari rimettono il naso in avanti: 23-22.
Parità a quota 23 e 24. Sul 24-25 grave errore della coppia arbitrale che non sanziona una clamorosa trattenuta della prima linea adriatica in fase di disimpegno.
Sul contrattacco chiudono gli adriatici mentre il PalaParenti diventa, a ragione, un'indispettita polveriera.
La reazione biancorossa è rabbiosa nella terza frazione.
Si passa dal 6-2 all'11-5 ed a seguire dal 16-13 al 21-17.
Sul 22-18 sembra fatta come pure sul 24-20. Qui i “Lupi” non combinano per poco un'altra frittata (24-24) ma il pericolo viene scongiurato da un muro vincente: 26-24.
Il quarto set permette a Padura Diaz e soci di restituire con gli interessi il punteggio del primo set.
La Kemas Lamipel è un micidiale rullo compressore che macina punti e bel gioco, (10-5 e 20-10) annichilendo l'Impavida che fa rifiatare Bertoli e Carelli, sostituto del tedesco Marks.
Il quarto set è dominato dai conciari: 25-14.
Al tie-break la marcia dei “Lupi” è sicura. Padura Diaz firma il 5-3 con un ace ed i santacrocesi cambiano il campo sull'8-5 dopo uin'altra conclusione vincente del loro bomber principe.
Nelle file abruzzesi, il combattivo Astarita gioca al posto di Carelli.
I conciari spingono (10-7) ma gli ortonesi non mollano ed agguantano il 10-10 dopo un'indicesione di Larizza e compagni.
Sull'11-11 secondo episodio negativo per i padroni di casa, dopo quello nel finale del secondo set.
Padura Diaz ricade male da muro ed esce per infortunio.
Dentro Mazzon e Krauchuk va a fare l'opposto.
Parità fino a quota 14 ma, gli ultimi due palloni, sono preda della squadra di Lanci che espugna (14-16) il PalaParenti al termine di un match lungo e serrato.

Marco Lepri

Nella foto di Verona Gentile: Padura Diaz ricorre alle cure del fisioterapista Ciabattini dopo l'infortunio nel quinto set.

Realizzazione siti web www.sitoper.it