19 Giugno 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

L´ONESTA AUTOCRITICA DELLA CUOIOPELLI

11-10-2018 06:32 - News Generiche
La sosta di domenica prossima arriva a puntino per la Cuoiopelli, dopo le prime cinque giornate di campionato e due turni di Coppa Italia.
In questa manifestazione i biancorossi hanno estromesso San Miniato Basso e Cenaia ma, in campionato, nelle ultime due partite, è arrivato soltanto un punto, colto domenica scorsa in trasferta a Castelfiorentino.
«Tutto sommato un pareggio per 1-1 a Castelfiorentino ci può stare. E´ la sconfitta della domenica precedente contro il San Marco Avenza che pesa ancora, soprattutto nella testa».
Dice così Andrea Cipolli, allenatore della Cuoiopelli, analizzando ancora una volta con estrema lucidità e onestà il risultato e la situazione in casa biancorossa.
«Certo, dopo Castelfiorentino c´è rammarico per il secondo rigore che ci hanno fischiato contro e ancora una volta inventato. Inventato più di quello contro il San Marco Avenza. Due episodi in due partite di fila fanno pensare. Ma noi dobbiamo andare avanti e guardare ai nostri limiti per cercare di risolverli in fretta – dice ancora l´allenatore della Cuoiopelli – A Castelfiorentino, ad esempio, il primo tempo non siamo stati brillanti e dopo il gol del vantaggio di Mengali su rigore abbiamo sbagliato un paio di occasioni per raddoppiare e mettere in sicurezza il risultato. Invece, a cinque minuti dalla fine abbiamo subito questo rigore e il pareggio con un Castelfiorentino che si è difeso in dieci e ripartiva in contropiede chiudendoci tutti gli spazi».
Quello di farsi riprendere una volta rimasti in dieci e per di più, essendo in vantaggio per 1-0 è un "difetto" che la Cuoio deve perdere in fretta.
Era già successo l´anno scorso e quest´anno la cosa si è ripetuta.
I biancorossi sono scivolati a metà classifica ed il bilancio, dopo 5 turni è questo: 2 vittorie , 2 pareggi ed una sconfitta.
Tornare con i 3 punti nel carniere da Castelfiorentino, avrebbe voluto dire restare a sole tre lunghezze dalla capolista Grosseto.
«Siamo all´inizio del campionato, non dobbiamo guardare la classifica, bisogna lavorare per trovare una nostra identità che ancora non è definita, questa va detto con tutta onestà – conclude Cipolli – Ci serve una serie di risultati per trovare quella fiducia che arriva solo con le buone prestazioni e facendo punti, con le vittorie. Ora abbiamo la sosta per ricaricarci, lavorare su quelle situazioni più problematiche e dalla prossima settimana cambiare ritmo».
L´altro ieri Andrea Cipolli ha assistito a Firenze all´amichevole della rappresentativa Toscana contro la Moldavia seguendo con particolare interesse i «suoi» Rossi e Niccolai (Battistoni non ha potuto giocare per un problema burocratico).
Sabato la Cuoio giochera´ in amichevole alle 15 contro il Signa a Santa Croce.

Sito F.d.L. 1977

Nella foto di Pamela Camarlinghi: una fase di gioco in occasione dello sfortunato match interno col San Marco Avenza.


Realizzazione siti web www.sitoper.it