21 Febbraio 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

"LUPI" A CUNEO, SERVE REAGIRE

04-02-2024 08:00 - News Generiche
Due trasferte consecutive attendono ora i "Lupi".
Oggi a Cuneo e poi a Cantù. Le ultime due partite interne non hanno dato l'esito sperato.
L'obiettivo era cogliere sei punti fra Ortona e Aversa, squadre che inseguivano la Kemas Lamipel, ottava in campionato.
Invece ne sono stati colti due, scivolando a -5 dal settimo posto, detenuto da Porto Viro, ultima posizione per i play-off.
Con Aversa c'è stata la classica figuraccia, con i campani, quasi increduli di trovarsi di fronte una formazione arrendevole e priva di nerbo, come nel terzo set. A quel punto gli ultras hanno tolto gli striscioni.
Poi il Direttivo della Curva ha reso noto questo comunicato: “Mercoledì, nel corso del terzo set, noi Ultras abbiamo tolto striscione e tamburi dalla balaustra. Un gesto estremo, mai verificatosi a memoria di chi scrive. Un gesto che vuol racchiudere tutta la nostra delusione e amarezza di fronte allo spettacolo indegno visto in campo.
Un gesto semplice: la squadra ha smesso di giocare? Gli Ultras hanno smesso di tifare.
E se tifare, almeno per noi, vuol dire dare tutto, allestire la Curva, suonare, cantare, allora via tutto: niente bandiere, niente tamburi, niente striscione, si guarda finire la partita in silenzio e poi via a casa. Ed è andata bene che non siamo andati via prima, siamo rimasti solo per l'attaccamento ai colori biancorossi. Forza Lupi sempre”.
Ora, per la corsa al settimo posto, obiettivo primario del club e dei sostenitori, le cose si sono notevolmente complicate e il tonfo con i campani può rivelarsi fatale. La partita di Cuneo, seppur col pronostico avverso, farà chiarezza. Vedremo come i biancorossi reagiranno dopo la severa battuta d'arresto con Aversa.
L'allenatore biancorosso Bulleri (foto Bernardini), dopo quanto raccolto, nelle ultime due gare interne (2 punti su 6) con Ortona e Aversa, accantona l'obiettivo play-off, badando a sistemare le cose quanto prima.
“Bisogna essere onesti – afferma - e darci un obiettivo che, in questo momento, è quello di raggiungere la salvezza il più presto possibile”.
Poi un distinguo su due tipi di “eccezionalità”. Sentiamolo: “Ricordiamoci che l'eccezionalità della partita negativa con Aversa, secondo me, è più che pareggiata dall'eccezionalità di tante belle gare disputate, a partire proprio dalla gara di andata contro Cuneo”.
In quell'occasione la Kemas Lamipel superò per 3-2 i piemontesi. Oggi, intanto, servirà una reazione veramente eccezionale.

Marco Lepri

Realizzazione siti web www.sitoper.it