29 Settembre 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

"LUPI" DA COMBATTIMENTO VINCONO A BRESCIA

25-10-2021 00:05 - News Generiche
BRESCIA: Tiberti, Giannotti 17, Patriarca 7, Esposito 9, Galliani 11, Cisolla 14, Franzoni (libero), Neubert, Crosatti, Seveglievich ne, Rizzetti ne, Ventura ne, Orazi n.e. Togni ne. All. Zambonardi
KEMAS LAMIPEL: Acquarone, Walla 26, Festi 9, Arasomwan 9, Colli 16, Fedrizzi 21, Pace (libero), Menchetti, Ferrini, Brucini n.e, Giovannetti n.e, Caproni n.e, Sposato (libero) n.e. All. Cezar Douglas
Arbitri: Santoro e Serafin.
Aces Brescia: 2, "Lupi": 5. Battute sbagliate Brescia: 11, "Lupi": 26. Muri Brescia: 7, "Lupi": 8.
Attacco Brescia 47%, Santa Croce 54%. Ricezione Brescia 53% (25% perfetta), Santa Croce 59% (25% perfetta).
Durata: 27' 32' 30' 35' . Totale: 2h04 - Spettatori: 350 ca.
I "Lupi" si ripetono ed espugnano per il secondo campionato consecutivo il palasport San Filippo di Brescia.
Il risultato è quello del marzo scorso, una vittoria per 3-1 che premia la compagine santacrocese, salita in Lombardia per ottenere la vittoria.
Oltre a questa, i conciari carpiscono i tre punti, che permettono loro di portarsi a quota 9 in graduatoria, vale a dire a punteggio pieno, in coabitazione con i baresi di Castellana Grotte.
L'inizio di campionato della formazione di coach Cezar Douglas è stato perentorio. Dopo Mondovì e Porto Viro è stata sconfitta l'Atlantide bresciana ed i Tucani, avversari di rango, non hanno spiccato il volo neppure stavolta.
Se negli anni passati, il palasport San Filippo era stato un campo inespugnabile per i santacrocesi, ora possiamo ben dire che la musica è cambiata. Per l'ex Tiberti e capitan Cisolla (bravo anche ieri) sono giunte due delusioni consecutive.
La Kemas Lamipel ha impattato subito sul match, uno dei più tradizionali del campionato, affrontandolo con la giusta mentalità.
Precisione e velocità, per soprendere gli uomini di Zambonardi, con Walla immediatamente imprendibile per il muro di casa e gli altri a girare sotto la regìa di Acquarone.
Il solo Fedrizzi, nel primo gioco, non ha reso secondo le aspettative, altrimenti il punteggio sarebbe stato ancor più severo per Galliani e compagni, superati per 19-25.
Di ottima fattura il gioco proposto dai conciari, con capitan Colli subito in partita, chiamato (come pure Fedrizzi nel corso della gara) ad attaccare dalla seconda linea. Walla ha subito fatto la voce grossa ed i bresciani sono stati costretti a rincorrere.
Più organizzati i Tucani da quel momento in poi, con gli altri tre set estremamente combattuti, tesi, con la voglia di prevalere, chiarissima da una parte e dall'altra.
La storica rivalità ha inciso sul comportamento degli atleti e, dal secondo set in avanti, sono stati tanti gli errori al servizio per le due squadre.
A momenti di bel gioco hanno fatto seguito errori anche gratuiti dalla zona di battuta ma, va detto che le due contendenti, hanno cercato subito di essere pericolose, proprio dai nove metri.
Il secondo set si è immediatamente presentato con le prime schermaglie sotto rete fra Acquarone e Tiberti.
Cisolla ha dato l'esempio a Giannotti e Galliani e, dalla parte opposta, è cresciuto Fedrizzi.
Walla è stato fermato per la prima volta sul punteggio di 12-10 per gli uomini di Zambonardi. La Kemas Lamipel ha pareggiato a quota 13; poi la contesa è andata avanti nell'equilibrio generale, fino al 21 pari.
Poi Fedrizzi e Walla (21-23) hanno chiamato i "Lupi" alla chiusura del secondo gioco (23-25) con una pipe dello stesso Fedrizzi, nonostante gli errori (di tutti) i biancorossi, un pò a turno al servizio.
La Kemas Lamipel ha dato l'impressione di poter chiudere col massimo punteggio all'inizio del terzo parziale (3-6) quando, dopo una gran difesa di Pace, capitan Colli ha messo a terra il punto del 7-11.
Ma Brescia non è stata d'accordo. Operosi e concentrati, i portacolori dell'Atlantide, si sono rifatti sotto.
Il giovane Menchetti è entrato al servizio per i biancorossi ma anch'egli ha sbagliato, mandando in rete il proprorio servizio.
Dal 16 pari in avanti è stata di nuovo lotta continua su ogni pallone.
Cezar Douglas ha tentato la carta Ferrini ma, nello sprint decisivo, hanno meritato i locali: 25-23.
Nel quarto set il copione non è affatto cambiato. I "Lupi" hanno tenuto il loro ritmo, restando a tratti avanti con un margine di due o tre punti, (9-11, 10-13 e 16-18) ma Giannotti e compagni hanno sempre concesso poco.
Ferrini ha rilevato sottorete Acquarone, contribuendo al punto del 17-20 dei santacrocesi.
Ma è stata sempre battaglia (20-21) ed aspra lotta, senza mai tirare il fiato.
Nel finale (23-24) Acquarone ha scelto l'ottimo Colli che, suo malgrado, non ha potuto chiudere subito: 24-24.
Allora ci ha pensato l'imprendibile Walla con due attacchi consecutivi a chiudere il discorso ed a piegare definitivamente la resistenza lombarda: 24-26.
Nelle file biancorosse, da segnalare la grande prova del giovane libero Pace (foto) e la puntigliosa prestazione di Festi ed Arasomwan, opposti ad Esposito e Patriarca e col compito di controllare le punte di casa.
Ringhiando, la squadra di Douglas ha vinto con merito, nonostante ben 26 errori al servizio, vale a dire un set e spiccioli concessi ai Tucani, ma la vittoria da tre punti è troppo importante e tappa la bocca a tutti.

Marco Lepri

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account