29 Maggio 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

"LUPI": QUI C'E' DA SALVARSI!

20-11-2023 00:05 - News Generiche
KEMAS LAMIPEL: Coscione, Lowrence 15, Mati Pardo 15, Cargioli 6, Allik 21, Parodi 2, Loreti (L), Giannini, Brucini 1, Colli, Russo n.e, Matteini n.e, Gabbriellini (L) n.e, Petratti n.e. All: Bulleri.
LIBERTAS CANTU': Pedron 4, Gamba 29, Aguenier 10, Monguzzi 9, Ottaviani 15, Magliano 12, Butti (L), Quagliozzi, Gianotti, Bakiri n.e, Picchio (L) n.e, Rossi n.e, Bacco n.e. All: Denora.
Arbitri: Cruccolini e Salvati.
Successione set: 28-26; 19-25; 18-25; 21-25.
Battute sbagliate “Lupi”: 11; Aces: 3; Muri:4.
Batt. sbagliate Cantù: 16; Aces: 7; Muri: 8.
Spettatori: 300.
La Kemas Lamipel non ripete la positiva prestazione interna col Cuneo, della settimana precedente, venendo sconfitta per 3-1 in casa da un Cantù continuo e deciso.
La classifica ne risente immediatamente. Così negli ultimi quattro posti: Cantù: 7, Castellana Grotte e Santa Croce: 5, Ortona: 2.
Incidono la vittoria dei pugliesi a Cuneo ed il tonfo interno dei conciari contro gli avversari di turno.
L'allenatore Bulleri aveva chiesto la partita della conferma ma questa non c'è stata.
I brianzoli sono stati trascinati dall'opposto Gamba (29 punti ed mvp), un attaccante conosciuto già da tempo dai frequentatori del PalaParenti.
La punta di Denora ha attaccato col 66% di positività, ha guidato la Libertas alla conquista di tre punti pesanti in un confronto diretto ed ha vinto nettamente il duello col discontinuo Lawrence.
Nelle file dei “Lupi” non è bastato l'estone Allik, l'unico a farsi valere fino in fondo, così come i sostenitori della Curva, generosi fino al fischio finale nel loro incoraggiamento.
La compagine di Bulleri ha notato fin dal primo set, quanto fosse stato complicato il confronto con i biancoverdi, venendo tallonata ed insidiata dai lombardi, superati allo sprint dei vantaggi per 28-26.
Dal secondo parziale in poi hanno comandato gli ospiti, con Ottaviani e Magliano bravi sulle bande. Il giovane Magliano (scuola Monza) è stato sempre cercato in ricezione fin dalle prime battute ma ha risposto con una prova convincente, conquistando 12 punti.
Al centro Aguenier e Monguzzi hanno prevalso su Cargioli e Mati Pardo.
Questi si è battuto con impegno, salvo poi arrendersi ai più continui e convinti brianzoli, come il resto della squadra, spesso poco disposta alla sofferenza, un tantino remissiva, non appena Butti e soci allungavano di qualche punto.
Allik non è stato supportato a dovere. Parodi ha messo a segno due punti ed a tratti si è rivisto al servizio capitan Colli.
Al suo ingresso in campo il pubblico gli ha tributato la meritata ovazione.
Ai biancorossi serve quanto prima l'indispensabile apporto del capitano, per trovare un assetto credibile ed opportuno, per essere competitivi in chiave salvezza.
Con Allik e Colli di banda e Parodi primo cambio, si potrà tentare di rimettere le cose a posto.
Il caraibico Lawrence (foto Bernardini) al momento pecca di discontinuità. Forse il ragazzo ha tirato la carretta fin troppo, in Nazionale, in estate. Probabilmente avrebbe avuto bisogno di tirare il fiato, prima di trovarsi a combattere in un campionato competitivo come quello di A2.
Serve un po' di pazienza con l'atleta, anche se la lotta per la salvezza non concede niente e non fa sconti a nessuno.
Cargioli non si è ripetuto sui livelli del match con Cuneo e come lui il libero Loreti.
Brucini ha offerto quanto nelle sue possibilità. Coscione ha preso nota della situazione: 5 punti in sette partite, col relativo penultimo posto, costituiscono un magro bilancio, in fase di partenza.
C'è da stringere i denti, recuperare Colli, calarsi nella dura realtà di una stagione ardua, difficile, in cui ci sarà da tirarsi fuori dalla mischia a suon di sacrifici.
I set, dal secondo al quarto, terminati a 19, 18 e 21, hanno confermato la superiorità di Pedron e compagni. Ma non è finita.
La lotta, con la elle maiuscola, per i “Lupi”, inizia da questo preciso momento.

Marco Lepri

Realizzazione siti web www.sitoper.it