29 Settembre 2022
news
percorso: Home > news > News Generiche

"LUPI" VITTORIOSI MA LA CLASSIFICA NON CAMBIA

18-03-2019 06:07 - News Generiche
Il netto e confortante 3-0 con cui la Kemas Lamipel ha messo sotto i salentini dell’Alessano, lascia tutto invariato in classifica.
"Colpa" dei lucani del Lagonegro, vittoriosi a loro volta per 3-0 sulla capolista Mondovì, che in Basilicata ha fatto posto a qualche elemento finora meno utilizzato, dando indirettamente via libera agli uomini di Falabella.
Questi, a due turni dalla conclusione della stagione regolare, mantengono il sesto posto, con tre punti di vantaggio sui “Lupi”, chiamati ora ad affrontare la trasferta di Spoleto ed il derby in casa con Livorno.
Lagonegro invece riceverà Potenza Picena, chiudendo poi in Calabria col fanalino di coda Lamezia.
I favori del pronostico, per il sesto posto finale, pendono quindi dalla parte dei lucani del presidente Carlomagno.
La squadra di Pagliai e Douglas, deve comunque, continuare a crederci fino all’ultimo: la pallavolo è una disciplina imprevedibile.
Poi verranno tirate le somme.
Intanto, i santacrocesi hanno allungato di due punti su Livorno, sconfitto per 3-2 nelle Marche da Potenza Picena.
A questo punto, restando così le cose, i biancorossi (settimi) andrebbero ad incrociare Cuneo, decima forza del Girone Blu. Attenzione.
I piemontesi, da gennaio, hanno un Tiziano Mazzone in più rispetto al passato ed hanno travolto la vicecapolista Bergamo per 3-0, dimostrandosi in netta crescita.
La Kemas Lamipel, con Colli capitano e Snippe relegato in panchina da due turni per Grassano, non ha lasciato spazio ai leccesi di Paolo Tofoli.
Dalla quinta di ritorno, in casa con Lamezia, il 3-0 non compariva nel tabellino e Wagner e compagni l’hanno centrato all’undicesima giornata, con gli stessi Colli e Wagner (18 punti) a dare la spinta necessaria soprattutto nei momenti cruciali della gara.
Colli (13 punti) ha interpretato a dovere il ruolo di capitano, facendolo con personalità e piglio, qualità indispensabili per chi è chiamato ad un ruolo chiave in squadra.
Grassano (4) ha dato una mano più in seconda linea che in avanti, con qualche buona difesa ed i soliti tormenti in attacco.
Acquarone ha diretto con pazienza e puntiglio, conquistando tre punti preziosi e chiudendo la gara con l’ultima conclusione vincente.
Daniele Ferraro si è fatto apprezzare soprattutto nel finale, con due interventi in difesa che hanno blindato il 3-0.
Al centro, Bargi e Mario Ferraro, hanno collezionato rispettivamente 8 e 5 punti in un turno che, come detto, ha lasciato tutto invariato, con i conciari a riflettere – a mente fredda – su quanto ci sarà da lottare una volta iniziati ai play-off per la permanenza in A2.
Qui occorrerà il sostegno dei tifosi, soprattutto di quelli della Cunva, i quali hanno fatto sapere, nella tarda serata, che raggiungeranno Spoleto con mezzi propri, non essendo statto ottenuto, il numero minimo per l’organizzazione di un pullman.
L’importante sarà esserci, in Umbria così come in altre, decisive occasioni: la squadra ha bisogno di non sentirsi sola.

Lemar

Nella foto di Veronica Gentile: Daniele Ferraro festeggia Acquarone dopo il punto che ha chiuso la gara con Alessano.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account